• pol pen

Vestiario neo agenti – problematiche. Richiesta urgente intervento

Egregio Direttore,
viene riferito che i neo agenti, giunti dagli ultimi corsi di formazione ed assegnati negli Istituti
Penitenziari dell’Emilia Romagna, siano sprovvisti del vestiario necessario al corretto espletamento del
servizio demandato.
Gli stessi, infatti, durante il Corso, hanno ricevuto tute di servizio di taglia diversa da quella
dichiarata; in genere si parla di taglie molto superiori a quelle vestite, motivo per cui è impossibile
indossarle senza apparire grotteschi e ridicoli, oltreché essere ostacolati nei movimenti.
A causa di tale carenza, detti poliziotti sono costretti ad espletare il servizio sempre in uniforme,
anche in quei turni definiti operativi, per i quali sarebbe indicata la tuta di servizio, come ad esempio il
servizio di sentinella, con tutti i contro immaginabili.
Alcuni degli interessati hanno anche provato a cercare una soluzione alternativa, affidando (a
proprie spese) il vestiario a sartorie specializzate, al fine di farlo riadattare alla propria misura, cosa che
però è risultata estremamente onerosa e ha prodotto scarsi risultati!
Ed ancora, le giacche a vento distribuite sempre ai suddetti, risultano essere quelle di vecchia
foggia, evidentemente un “avanzo di magazzino”, completamente fuori linea con l’abbigliamento del
restante personale “anziano”.
La differenza è notevole, anche relativamente alla qualità dei capi, tanto che i malcapitati sono
obbligati a ricorrere a stratagemmi ingegnosi al fine di non soffrire il noto freddo del Nord (calzamaglie e
maglie di lana sotto la divisa).
E’ superfluo sottolineare che per il suddetto personale non esiste un secondo cambio, con la
necessità quindi di pulire la divisa nel giorno di riposo al fine di indossarla sempre netta.
Pertanto, considerando quanto fin qui evidenziato e nel rispetto e l’equità di trattamento di tutto
il Personale, si invitano codeste Autorità, ognuna per la competenza di parte, a porre in essere immediati
atti risolutori, per il bene e la dignità degli agenti interessati.
In attesa di riscontro, si porgono distinti saluti.

DAP – Emilia romagna – neo agenti – carenza vestiario

Share This Post

About Author: Marco Gordiani