• piazza

Blocco Contrattuale: ricatti e baratti. Il Si.N.A.P.Pe scende in piazza!

“non accetto ricatti” dice il Premier Renzi! – “non accettiamo baratti” diamo Noi!

Da qui parte la guerra fra le contrapposte e inconciliabili posizioni fra l’ennesimo Governo delle Promesse e i rappresentanti dei lavoratori, la vera voce del Popolo.

Celandosi dietro al “contentino” degli ottanta euro, gli esponenti governativi, con a capo il premier, tentano di addolcire l’amara pillola di un nuovo stop al rinnovo contrattuale (a tutto il 2015) per tutto il pubblico impiego “perché in questo momento di crisi le risorse per sbloccare i contratti a tutti non ci sono” (afferma fiera il Ministro per la Pubblica Amministrazione Marianna Madia)

Tutto questo perché il “salomonico” Governo “guarda a chi ha più bisogno e quindi confermiamo gli ottanta euro, che vanno anche ai lavoratori pubblici“. Ecco il baratto da parte di chi non accetta il ricatto!

Ma quale ricatto?

LA GIUSTA, DOVEROSA E IMPROCRASTINABILE DISCESA NELLE PIAZZE!

Ancora più indignati rispetto a prima non solo per gli insostenibili sacrifici, ma anche per la colossale presa in giro!

Da una nostra stima sommaria, infatti, poco meno del 10% degli appartenenti al Corpo percepisce lo sgravio irpef degli 80 euro! È evidente che una posizione del genere, che di certo non ha nulla a che vedere con il carattere di equità, non può essere oltremodo tollerata.

E per questi motivi che ci faremo promotori di ogni forma di protesta consentita (sarà nostra cura comunicarvi la data)

comunicato_blocco fino al 2015

 

Share This Post

About Author: Marco Gordiani