• petrusa

Casa Circondariale di Agrigento – Stato di Agitazione

Egregio Signor Direttore,
nonostante il lungo lasso temporale trascorso, nessun riscontro è stato fornito alle vertenze
aperte da questa segreteria regionale con le note n° 14/2015 Reg.Gen. del 03 maggio 2015 e
con nota n° 17/2015 Reg.Gen. del 07 ottobre 2015 e n° 18/2015 Reg. Gen. Del 07 novembre
2015 e nota 129/2015 del 07 dicembre 2015 della segreteria nazionale .
Orbene, le esigenze dei dipendenti, espresse sia in termini di miglioramento delle
condizioni di lavoro che di crescita professionale, si realizzano attraverso la corretta
utilizzazione di tutti gli strumenti contrattuali, con particolare riferimento al regolare uso del
sistema delle relazioni sindacali.
Per questo, ribadendo ulteriormente che il Si.N.A.P.Pe in ogni caso resta a disposizione,
si invita il Direttore della Casa Circondariale di Agrigento a riscontrare le note sopra richiamate
e sulle vertenze aperte, voler intraprendere nell’immediato provvedimenti significativi.
Inoltre, si avvisa fin d’ora che qualora non saranno adottati adeguati provvedimenti il
Si.N.A.P.Pe sarà costretto a promuovere lo stato di agitazione da parte del personale di Polizia
Penitenziaria in servizio presso la Casa Circondariale di Agrigento e, laddove l’ufficio regionale
non interverrà opportunamente, si valuterà di estendere le forme di protesta anche a carattere
regionale.
Ossequi.

Casa Circondariale di Agrigento – Stato di Agitazione

Share This Post

About Author: Marco Gordiani

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *