• carcere-capodimonte

Casa Circondariale di Benevento – Trasmissione tabulati straordinario – Lettera di diffida.

Con la presente,
le epigrafate O.O.S.S., sono costrette a portare nuovamente alla Sua pregiata conoscenza, ma
unicamente per mera conoscenza, atteso che de plano si attiveranno le procedure giuridiche previste
dalla legge, il modus operandi della Direzione della Casa Circondariale di Benevento, divenuto oramai
prassi legalizzata, relativamente alla trasmissione dei dati relativi allo straordinario.
Nonostante reiterate ed inevase richieste inoltrate all’amministrazione penitenziaria di
riferimento nonché all’organo gerarchico proposto alla stessa, nelle quali si palesavano soventi le
illegittime ed arbitrarie procedure, adottate per l’esplicazione della tabulazione “ore straordinario”,
ancora oggi il prospetto analitico delle ore de quibus, effettuate dagli operatori della Polizia
Penitenziaria, viene stilata per Ruolo e non per Qualifica, contravvenendo ipso facto al disposto di cui
all’art.10 comma 9 dell’A.Q.N. 2004-2005.
Prova è che l’estratto straordinario per sala situazione riferito al mese di febbraio 2015 a firma
della dott.ssa Palma della Casa Circondariale di Benevento, (all.n.1), è stata concepito e dettagliato
ugualmente secondo il precitato schema riepilogativo, legalizzato sub lege da un potere amministrativo
unilaterale che, in deroga ai principi regolamentari della materia, decreta con un facere che travalica i
limiti oggettivi del suo status istituzionale e di quello gerarchico.
Difatti la dirigente, non recependo appieno, sotto il profilo puramente
amministrativo, la concettualità letteraria e legislativa della norma di cui all’A.Q.N.
2004-2005, ha ben ritenuto di non dare esecuzione alla disposizione amministrativa che
si legge nella nota n. 49 del 02.03.2015 a firma del Dott. Contestabile, che testè recita
“….omissis…… la Direzione comunque assicurerà per il futuro lo scorporo del dato per
qualifica…”.
Pertanto, essendo chiara ed inevitabile la vanificazione di ogni forma di contestazione sia scritta
che verbale perorate da queste organizzazioni, non si è più disponibili a tollerare questo stato
di fatto, che lede fortemente i diritti soggettivi e gli interessi legittimi dei lavoratori, e che
impone nell’immediatezza una risoluzione della controversia, senza più insabbiare la causa petendi
secondo interpretazioni di comodo.
Da ciò ne discende anche una palese violazione del principio del buon andamento
della pubblica amministrazione ex art 97 della Costituzione, atteso che nei fatti temporali, sia
storici che attuali, la dirigenza dell’istituto di pena sannita ha sempre privilegiato di non dare seguito
alle richieste di queste sigle sindacali, in ordine a qualsivoglia problematica sollevata.
Quindi si invita e si diffida, come in effetti si intende invitare e diffidare, il
Provveditorato dell’Amministrazione Penitenziaria di Napoli, dott. Contestabile, n.q. di
organo gerarchico istituzionale, ad emanare un provvedimento risolutivo, finalizzato all’oggettiva e
giusta applicazione della legge di riferimento da parte della direzione della Casa Circondariale di
Benevento, entro e non oltre giorni quindici dalla ricezione della presente.
In mancanza, si adirà la competente Autorità Giudiziaria, per la valutazione personale degli
organi indicati, con l’imputazione agli stessi, di responsabilità amministrativa ed
economica, in danno dello Stato italiano.
Distinti saluti.

Casa Circondariale di Benevento – Trasmissione tabulati straordinario – Lettera di diffida.

Share This Post

About Author: Marco Gordiani