• Carcere Dozza (BO) - penitenziario

CASA CIRCONDARIALE DI BOLOGNA – Aggressione ai danni degli appartenenti al Corpo della Polizia Penitenziaria

Egregio Direttore,
la scrivente O.S., con la presente nota denuncia l’ennesimo episodio di aggressione avvenuto all’interno della Casa Circondariale di Bologna, dove, nel primo pomeriggio odierno, presso la sezione infermeria, un detenuto italiano, già tristemente noto per la sua indole violenta, ha dato in escandescenza, preso da un forte stato d’agitazione, ha aggredito un ispettore e due agenti di Polizia penitenziaria, senza apparente motivo. Durante la colluttazione il detenuto ha estratto delle forbici – acquistabili presso il locale “sopravitto” -, affilate ad arte, con cui ha provocato delle ferite ai tre poliziotti intervenuti. Il personale di Polizia penitenziaria, certamente non nuovo a situazioni di criticità come questa, ha tentato di calmarlo, ma il detenuto ha continuato nelle sue intemperanze. Le conseguenze sarebbero potute essere molto gravi se non ci fosse stato il tempestivo intervento da parte del personale di Polizia penitenziaria, ormai abituato ai gesti eroici, pur
non riuscendo ad evitare sempre il peggio. E’ tempo di riflettere sulla condizione
d’emergenza in cui la Polizia Penitenziaria è costretta a lavorare ogni giorno. Il SiNAPPe
esprime piena solidarietà ai colleghi per quanto accaduti questo pomeriggio. Alla luce di
quanto sin qui descritto, questa O.S. ritiene che sarebbe necessario chiedere
l’allontanamento dalla struttura bolognese del detenuto in argomento e l’apertura in tempi
brevi della sezione ex art. 32 ove destinare, anche temporaneamente, detenuti di “difficile
gestione”, come già chiesto nella nota n° 05/2016/SP-BO del 19/02/2016.

aggressione ai danni degli appartenenti al Corpo della Polizia Penitenziaria (1)

Share This Post

About Author: Marco Gordiani

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *