• revisore-contabile

CASA CIRCONDARIALE DI BOLZANO – assenza di figure contabili – riverberi sui diritti economici del personale

Egregio Direttore Generale Giunge da Bolzano la notizia della peculiare condizione che vede, a causa della carenza di figure contabili presso il penitenziario, il fermo nella liquidazione dei servizi di missione del personale di Polizia Penitenziaria. L’arretrato risale addirittura al 2016. Questa Organizzazione Sindacale in più occasioni ha avuto modo di ribadire che il rispetto della norma che regola la materia non può trovare deroga alcuna in eventuali disfunzioni amministrative. Nel caso di specie, l’articolo 3 comma 2 della legge 417/1978, secondo cui “il rimborso delle spese di viaggio e le indennità spettanti sono interamente corrisposte al termine della missione e, comunque, non oltre trenta giorni dall’espletamento dell’incarico” risulta invece completamente disatteso appunto per la carenza di figure deputate alle incombenze propedeutiche alla liquidazione.
Superfluo appare argomentare circa la delicatezza della materia in ragione della preminenza dei diritti economici del personale rispetto a ragioni organizzative interne, ragion per cui deve essere onere dell’Amministrazione individuare le soluzioni ritenute maggiormente efficaci onde assicurare
la tempestiva risoluzione del problema.
Per quanto sopra, si invita codesto Ufficio ad attivare con ogni urgenza le procedure per
l’invio di personale contabile, anche in missione, presso la Casa Circondariale di Bolzano.

180117_dgpersonale_invio-contabili-a-bolzano

Share This Post

About Author: Marco Gordiani

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *