• img_1923

CASA CIRCONDARIALE DI CAGLIARI – Eventi eccezionali – innalzamento limite individuale di lavoro straordinario a 660 ore annue. RICHIESTA REMUNERAZIONE – mancato riscontro note sindacali

Egr. Direttore Generale Con nota n. 3155/SG del 18 aprile 2018, questa Segreteria Generale era intervenuta presso il provveditorato della Sardegna affinché si giungesse a definizione di una incresciosa vicenda che vede come protagonista il personale di polizia penitenziaria impiegato presso la Casa Circondariale di Cagliari. Le note vicende che hanno interessato il penitenziario, hanno indotto l’Amministrazione locale a richiedere al personale colà operante prestazioni di lavoro straordinario ben oltre il limite retribuibile fissato il 40 ore mensili pro capite. Con corrispondenza dello scorso luglio, il Si.N.A.P.Pe aveva sollecitato gli organismi competenti ad attivare le procedure per l’innalzamento della soglia individuale fino a 660 ore come previsto dal d.l. 356/87, essendo in presenza delle “eccezionali esigenze che impegnino con continuità il personale di polizia penitenziaria” previste dalla norma. Ribadendo che le prestazioni lavorative richieste al personale, anche in eccedenza rispetto a quelle aventi natura ordinaria, devono essere obbligatoriamente retribuite (con le maggiorazioni economiche fissate dal contratto di categoria), nonostante le molteplici segnalazioni e solleciti, risultino ancora insoluti i crediti per il 2016 e il 2017, e nessun riscontro sia stato fornito alle richieste di questa Segreteria Generale. Per quanto sopra, si invita ad un segnato intervento nei confronti del distretto interessato, volendo far conoscere a questa O.S. lo stato del procedimento e la tempistica con la quale si provvederà alla liquidazione.

c-c-cagliari-mancato-pagamento-straordinario

Share This Post

About Author: Marco Gordiani

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *