• carcere-prigione-2-535x300

CASA CIRCONDARIALE DI CALTANISSETTA – Stato di agitazione Personale Polizia Penitenziaria – Richiesta intervento regionale

Egregio Provveditore,
le nostre strutture provinciali stanno portando avanti una vertenza che sembra non abbia lo sbocco
naturale in quel di Caltanissetta.
Le relazioni sindacali appaiono ampiamente compromesse per colpa di scelte non condivise, ovvero
contestate.
Riconosciamo la reale carenza di poliziotti, condizione presente in quasi tutta la regione, ma leggendo il
carteggio trasmesso dai territoriali, sembra che la gestione soffra di un’insofferenza alle regole, poiché è
impensabile assistere in un momento così difficile per l’amministrazione penitenziaria di cui la maggior parte
delle difficoltà si riversa verso la Polizia Penitenziaria, notare una direzione decisionista, ovvero poca
propensa al confronto.
Le questioni evidenziate nelle innumerevoli lettere inviate, hanno necessariamente bisogno di un Suo
autorevole intervento nei confronti della dirigenza locale nel rivedere il management complessivo, perché
fermo restando la situazione dell’organico, si afferma che l’organizzazione del lavoro è materia di
contrattazione, quindi le continue violazioni delle regole contribuiscono ad acuisce l’attuale sofferenza che
persiste in capo ai lavoratori di Polizia.
Pertanto le scriventi nel condividere le rimostranze che arrivano dalla sede Nissena, ritengono
necessario per trovare un margine di soluzione alle questioni più volte segnalate richiedere un indifferibile
incontro con la S,V al fine di scongiurare che la contestazione ancora stazionata allo stato di agitazione,
possa sfociare a manifestazioni esterne con le ovvie ricadute in termini d’immagine di un apparato dello
Stato.
Si rimane in attesa di cortese ed urgente riscontro.
Cordialità.

CASA CIRCONDARIALE DI CALTANISSETTA – Stato di agitazione Personale Polizia Penitenziaria – Richiesta intervento regionale

Share This Post

About Author: Marco Gordiani

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *