• carcere-535x330

CASA CIRCONDARIALE DI CREMONA – Gravissime compromissioni di ordine e sicurezza. Aggressioni al personale di Polizia Penitenziaria. RICHIESTA INTERVENTI URGENTI E CONVOCAZIONE.

Egregia Direttrice,
la scrivente Segreteria Nazionale, dell’Organizzazione Sindacale in intestazione, con la presente al fine di denunciare i gravissimi episodi che si sono registrati, nei giorni scorsi (venerdi,sabato e domenica), presso l’Istituto da Lei diretto.
Un vero e proprio bollettino di guerra: detenuti psichiatrici che aggredivano poliziotti penitenziari -che hanno dovuto ricorrere alle cure ospedaliere – incendio di una cella presso il reparto infermeria, danneggiamento beni dell’Amministrazione ed altro ancora.
Certo, la situazione è davvero fuori controllo e dal canto nostro urge di un’immediata attività riparativa sia rispetto alla presenza di soggetti affetti da disturbi psichiatrici (consapevoli dell’arduo intreccio tra le politiche detentive e quelle di salute mentale), sia per quanto riguarda le vicissitudini sopraccitate ove si sono resi autori -di cui una parte già rei per episodi analoghi- anche detenuti particolarmente esagitati e non avvezzi alle regole penitenziarie.
Inoltre, considerato quanto sopra, e tenuto conto di alcune perplessità organizzative, sarebbe doveroso convocare le Organizzazioni Sindacali per un giusto confronto tra le Parti.
La situazione desta seria preoccupazione, senza sfaccettature di retorica e allarmanti, ma è opportuno avviare riflessioni utili, cosi da arginare eventuali reiterazioni in essere con provvedimenti necessari a salvaguardare il buon andamento dell’Istituto (anche con trasferimenti a carico degli autori) e l’incolumità fisica sia degli operatori che della restante popolazione detenuta.
Agli Organi che leggono per conoscenza, al fine di valutare e monitorare le assegnazioni di detenuti affetti da disturbi psichiatrici (tenuto conto delle difficoltà storiche che afferiscono tali problematiche) e l’assegnazione di personale di Polizia Penitenziaria, specie nel ruolo Sovrintendenti/Ispettori del quale Codesto Istituto da tempo ne soffre la cronica carenza.
In assenza di alcun intervento ed interessamento, saremo costretti a porre in essere azioni di protesta, sensibilizzando altresì sia l’opinione pubblica che le forze politiche locali e nazionali, in seno alle prerogative riconosciuteci dalle normative vigenti.
Si resta in attesa di cortese cenno di riscontro.

casa-circondariale-di-cremona-gravissime-compromissioni-di-ordine-e-sicurezza-aggressioni-al-personale-di-polizia-penitenziaria

 

Share This Post

About Author: Marco Gordiani

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *