• Falling euros (sky background)

Casa Circondariale di Crotone – Attivazione Commissione Arbitrale Regionale

Il Si.N.A.P.Pe, (Sindacato Nazionale Autonomo di Polizia Penitenziaria), nella persona del
Coordinatore Nazionale, Giuseppe GALLO, in servizio effettivo presso la Casa Circondariale di
Palmi
PREMESSO
– Che in data 16 luglio 2014 veniva sottoscritto l’accordo per la sottoscrizione del FESI anno
2014
– Che tale accordo prevede all’articolo 3 l’inglobazione nella fascia A1 di tutto quel personale
“turnista” impiegato nelle attività operative previste dall’articolo 34 comma 1 del DPR 82/99
– Che nonostante il contenuto della previsione riportata dal precitato articolo 34, la direzione
della Casa Circondariale di Crotone ometteva di inglobare il personale del NTP nella prima fascia,
liquidando il fesi in A2
– Che in data 29 giugno 2015, con nota n. 27/15 questa O.S. in persona dello scrivente
coordinatore nazionale avanzava formale richiesta di chiarimenti alla direzione della Casa
Circondariale di Crotone
– Che in data 03/07/2015 la menzionata Direzione affermava di aver fattor rientrare in fascia A2
“quella parte di personale che durante l’anno in questione non è stato impiegato a turnazioni,
cioè (mattina pomeriggio sera). Tanto in considerazione della circostanza che la Casa
Circondariale di Crotone è stata per l’intero anno, chiusa perché interessata da lavori di
ristrutturazione”
RITENUTO
Tale specifica esclusione del personale pur assegnato al NTP ma non impiegato nella siffatta
turnazione non è espressamente prevista nell’accordo di riferimento

Ritenuto altresì che l’interpretazione restrittiva attuata dalla Direzione della Casa Circondariale di
Crotone appare frutto di una non condivisibile posizione, per altro applicata diversamente (in
maniera corretta) in altri istituti del medesimo distretto
Ritenuto che qualora l’accordo avesse voluto contemplare delle eccezioni lo avrebbe fatto expressis
verbis e che pertanto l’interpretazione restrittiva applicata presso la Direzione della Casa
Circondariale di Crotone appare non in linea con l’accordo generale e lesiva dei diritti economici
dei poliziotti interessati
Tutto ciò premesso e considerato
CHIEDE
L’attivazione della Commissione Arbitrale Regionale per la verifica di quanto in premessa, l’esatta
interpretazione dell’Accordo FESI 2014 e conseguentemente anche dell’accordo FESI
INTEGRATIVO che ricalca le medesime fattispecie.
Si disponga dunque l’allineamento economico del quantum dovuto e l’uniforme interpretazione sul
territorio del distretto di competenza
Ai fini dell’esatta istruttoria si allega:
1. Nota N. 27/2015 del 29 giugno 2015
2. Nota N.3331 del 3 luglio 2015 della Direzione della Casa Circondariale di Crotone

PRAP Catanzaro – ATTIVAZIONE COMMISSIONE ARBITRALE REGIONALE

 

Share This Post

About Author: Marco Gordiani

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *