• IL CARCERE DI FOGGIA FOTO FRANCO CAUTILLO

Casa Circondariale di Foggia – Conferma attivazione commissione regionale arbitrale avverso la Direzione

Facendo seguito alla nota @Prot. N° 8124UPF/Sind. datata 3 marzo c.a. di
codesto Superiore Ufficio, nonché alla N/s nota di Prot. N° 10/15/S.P. FG del
5/3/2015, la scrivente Organizzazione Sindacale, con la presente dichiara di
confermare la richiesta di attivazione della Commissione Arbitrare Regionale.
Si rappresenta a codesto Superiore Ufficio, che dalla riunione tenuta con la
Direzione dell’Istituto Foggiano, è emersa una ferma posizione della Parte Pubblica,
mostrandosi contraria ad una rivisitazione dell’Accordo Decentrato.
Tuttavia questa O.S. ritiene confermare che: nel decorso anno 2014, presso la
Casa Circondariale di Foggia, si è riscontrato un reiterato ed eccessivo ricorso al
lavoro straordinario, fattore che sarà chiaro riscontrare quando la Direzione Dauna,
fornirà il prospetto del lavoro straordinario con l’indicazione del ruolo e del
numero della tessera personale di ogni singolo dipendente, così come previsto dalla
Vigente Normativa(GDAP-0190542-2012).
Nello specifico i protagonisti di tale particolare situazione sono identificabili
nel ruolo dei Funzionari (Commissario) ed Ispettori Coordinatori delle Unità Operative(
N.T.P. – Parco Automezzi – Segreteria Sicurezza – Area Esterna ecc.) impieghi questi che l’attuale
Organizzazione del Lavoro prevede svolgano turnazione ad orario fisso (8/14).
Pertanto appare evidente che qualora per il personale a postazione (orario) fissa, il
ricorso al lavoro straordinario diventa quotidiano, vi è la necessità di riportare la
materia al tavolo delle trattative, affinché questo, sia legittimato e convenuto da un
accordo fra le parti.
Questa Organizzazione Sindacale, in considerazione dell’utilizzo presso la
Direzione in argomento del “Lavoro Straordinario” ravvisa la necessità di
disciplinare l’utilizzo di questo, dando delle regole ben precise, in quanto allo stato “
il Servizio a Turno” con l’attuale Organizzazione del Lavoro è l’unico legittimato a
farne ricorso, nelle parti in cui l’accordo lo prevede.
Il SiNAPPe (Sindacato Autonomo di Polizia Penitenziaria) alla luce di quanto sopra,
nonché del dettato di cui all’art. 10 comma 1 AQN il quale statuisce che: “ le
prestazioni di lavoro straordinario debbono mantenere carattere residuale
nell’Organizzazione del Lavoro”, di contro, essendo presso la Direzione Casa
Circondariale di Foggia divenuta una forma di utilizzo giornaliero, si ritiene debba
necessariamente riportare l’argomento al tavolo delle trattative, in quanto ravvisasi
una defiance nell’attuale Organizzazione del Lavoro.
La Direzione Casa Circondariale di Foggia, è pregata cortese urgenza voler
fornire il prospetto del lavoro straordinario relativo all’anno 2014, distinto per ruolo
e con l’indicazione del numero di tessera personale per ogni singolo dipendente,
come previsto dalla Vigente Circolare del Superiore Ufficio del D.A.P.
Il Provveditore Regionale (dr. Giuseppe MARTONE) nell’ambito delle specifiche
competenze demandate dalle Vigenti Norme, è pregato voler esercitare tutte le
proprie prerogative per l’effettiva completa puntuale applicazione dell’Accordo
Quadro Nazionale per il Corpo di Polizia Penitenziaria.
In attesa di riscontro, pregiati saluti

conferma attivazione CAR Foggia

Share This Post

About Author: Marco Gordiani