• carcere-foggia1

Casa Circondariale di Foggia – Mobilità Interna Unità Operativa “ Area Esterna”

Egregio Direttore,
facendo seguito alla V/s nota N° 1720/SP del 21 gennaio 2015, relativa alla mobilità interna da eseguire presso l’Unità Operativa “Area Esterna”, la scrivente Segreteria Provinciale SiNAPPe, seppur condividendo la scelta del numero delle unità del ruolo Agenti/Assistenti da porre in mobilità in uscita (4), approssimate per difetto, ritiene che la percentuale del 15% debba essere calcolata su un organico di N° 28 Unità, in quanto:
a) L’Assistente Capo matricola N°109242, posto in mobilità in uscita, pur essendo da
svariati anni distaccato da altra sede ed impiegato all’Area Esterna senza
regolare interpello, avrebbe dovuto essere posto in mobilità in uscita da
codesta Direzione già dalla mobilità precedente (due anni fa) ed essendo
venuta meno a questo, è incorsa nella Violazione di cui al punto 8 del locale
Accordo Decentrato;
b) Inoltre, come da Ella asserito, l’Assistente Capo matricola N°118936, è stato
erroneamente assegnato all’Area Esterna con interpello indetto due anni fa, al
posto di altra unità, ma nonostante ciò se n’è permessa sin ora la permanenza in
detta U.O.
Pertanto, in considerazione di quanto sopra, dovendo codesta Direzione adoperarsi in
ottemperanza delle previsioni di cui al Protocollo di Intesa Locale, le suddette
anomalie avrebbero dovuto essere “corrette” già da tempo.
Dovendo quindi codesta Direzione provvedere a riparare meri errori
gestionali, relativi alle unità assegnate erroneamente alla U.O. in parola, appare
assolutamente necessario ed equo porre in mobilità in uscita dette unità a
prescindere ed applicare l’aliquota in uscita pari al 15%, così come previsto dal
punto 7 dell’Accordo Decentrato, sul restante Organico (di N° 28 Unità).
Agli Uffici cui la presente è diretta, per competenza e per conoscenza, quanto
sopra si comunica per gli opportuni ed eventuali interventi.
Il Signor Provveditore Regionale (dr. Giuseppe MARTONE)è invitato, nell’ambito delle
specifiche competenze demandate dalle Vigenti Norme, ad esercitare le proprie
Prerogative nei confronti della dipendente articolazione, per l’effettiva completa e
puntuale applicazione dell’A.Q.N – del P.I.R e del P.I.L.-
In attesa cortese ed urgente riscontro, si porgono cordiali saluti.

Nota N 3 anno 2015 Mobilità Interna Area Esterna

Share This Post

About Author: Marco Gordiani