• lucera

Casa Circondariale di Lucera – Persistente Malumore e Inappagamento del personale di Polizia Penitenziaria Continuata Violazione del Vigente Protocollo di Intesa Locale

Signor Direttore, Signor Commissario,
facendo seguito alla nota di Prot. N°14 / 15/ S.P. – FG del 10 settembre u.s. della scrivente Organizzazione Sindacale, si rappresenta alle SS.LL. che continuano a giungere segnalazioni e rimostranze in merito alla programmazione dei turni di servizio del personale di Polizia Penitenziaria.
Si ritiene che, codesta Direzione, al fine di ripristinare la serenità lavorativa e di eliminare il crescente “Stress da Lavoro Correlato” nonché lo stato di inquietudine che affligge il personale di Polizia Penitenziaria, debba provvedere ad un chiaro, incisivo e deciso intervento, relativamente alla programmazione dei turni di servizio, causa e motivo che attanaglia, angoscia e tormenta il personale.
Come già detto in precedente corrispondenza, il personale di Polizia in servizio presso codesto Istituto, sta attraversando un periodo di Agitazione e di Stress, legato alla programmazione dei turni di lavoro, programmazione che viene eseguita in netta violazione di quanto previsto dal vigente Protocollo di Intesa Locale.
Si lamenta:
la mancata articolazione e cadenzialità dei turni di servizio su quattro quadranti (00,00- 6,10 *
6.00-12.10 * 11.30-18,10 *18.00- 24.10);
il mancato rispetto dell’ anzianità nell’assegnazione del posto di servizio;
l’iniqua distribuzione dei turni di 8/14 – 14/20;
l’iniqua assegnazione dei turni notturni 0/6 – 0/8;
l’iniqua ripartizione dei riposi festivi, domenicali ed infrasettimanali;
l’arbitraria concessione di giornate di Congedo Ordinario, senza che sia stato richiesto o
concordato con il dipendente;
l’arbitraria programmazione di turni su tre quadranti;
arbitrario impiego del personale addetto in posti di servizio c.d. a carica fissa in turni notturni;
mancata comunicazione del diniego relativo alle richieste avanzate dal personale dipendente;
Motivi, questi, che stanno destabilizzando la vita lavorativa e l’organizzazione della vita privata
del personale, alimentando “Malumore, Malcontento, Agitazione ed Inquietudine”; fattori che non
giovano alla serenità dei lavoratori ed alla qualità del lavoro ed alimentano un stato di malessere
generalizzato.
Signor Direttore, questa Organizzazione Sindacale, alla luce di quanto detto ed in considerazione
del Suo recente insediamento, credendo e volendo mantenere corretti rapporti Sindacali, rinnova l’invito a
porre rimedio alle problematiche che angosciano e tormentano i Poliziotti in servizio presso codesta
sede, al fine di poter ripristinare fra i lavoratori un necessario ed indispensabile, sereno e tranquillo clima
lavorativo; cosa che torna utile al lavoratore e all’Amministrazione stessa.
In ogni modo, la scrivente, Le reitera l’invito a disporre che ci si attenga scrupolosamente alle
previsioni del vigente Accordo Decentrato per la predisposizione della programmazione, rinviando
ogni eventuale innovazione/variazione alla naturale sede di contrattazione decentrata.
Il Signor Provveditore Regionale (dr Giuseppe MARTONE), è invitato cortese sollecitudine, ad
esercitare tutte le prerogative per l’effettiva completa puntuale applicazione dell’AQN e del PIL,
persistendo presso la dipendente articolazione di Lucera, una Violazione dell’Accordo Decentrato,
relativamente alla programmazione ed articolazione dei turni di servizi,che sta alimentando un grave stato
di “ Malumore, Malcontento e Disagio Psichicologico” fra il personale, dovuto alla provocata forma di
Stress da Lavoro Correlato, in quanto l’attuale modus operandi nella programmazione dei turni, produce
effetti stravolgenti sull’organizzazione del lavoro e della vita privata del personale, causa di un grave
stato di Agitazione.
In attesa cortese ed urgente riscontro, si porgono cordiali saluti.

Casa Circondariale di Lucera – Persistente Malumore e Inappagamento del personale di Polizia Penitenziaria Continuata Violazione del Vigente Protocollo di Intesa Locale

Share This Post

About Author: Marco Gordiani

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *