• personale_th

CASA CIRCONDARIALE DI PIACENZA -Gestione del personale-richiesta chiarimenti.

Egregio Direttore
Giungono doglianze alla scrivente Segreteria in relazione ad una disparità di trattamento nella gestione del Personale di Polizia Penitenziaria in servizio presso codesto istituto.
Tali disparità afferiscono alla gestione del citato personale e finiscono per ledere,a nostro avviso,i principi cardine di uguaglianza e pari opportunità che devono caratterizzare l’operato della Pubblica Amministrazione. Ad esempio ci viene riferito che permessi orario e cambi turno ad alcuni vengano concessi mentre ad altri negati.
A tale proposito,riteniamo che l’organizzazione del lavoro del Personale di Polizia Penitenziaria debba essere orientata alla centralità della persona,alla valorizzazione delle risorse,ragion per cui una corretta ed equa formulazione del servizio e distribuzione del lavoro straordinario impattano favorevolmente non solo sul benessere del personale ma inevitabilmente anche sull’ordine e la sicurezza dell’istituto,condizione imprescindibile per il corretto sviluppo di tutte le attivita’ istituzionali e trattamentali. Per quanto riguarda il lavoro straordinario potrebbero ottenersi risparmi per le casse dello Stato visto che a volte viene programmato su posti di servizio che non ne necessiterebbero, ad esempio turno 8/16 passeggi nuovo padiglione quando sarebbe sufficiente predisporre il turno di servizio 9/15,oppure il turno 16/24 box area pedagogica basterebbe 16/22, l’area colloqui interna potrebbe effettuare turno 8.30/15 anziché 8/15 etc.etc. Giova per altro rammentare alla s.v. che l’Accordo Nazionale Quadro del Corpo di Polizia Penitenziaria ,all’Art.8 comma 1 stabilisce chiaramente che:”in ogni struttura Penitenziaria il servizio deve garantire efficienza,efficacia,tempestività e trasparenza dell’azione amministrativa per un’organizzazione più funzionale dei servizi. Siamo inoltre con la presente a chiederle di prevedere anche per l’ufficio servizi i sostituti degli addetti per entrambe le U.O. cosi come avviene per gli altri uffici dell’istituto, evitando
ciò che e’ accaduto durante il Piano ferie Pasquale dove l’addetto alla 2^ U.O. si è venuto a trovare da solo a gestire tutte le problematiche nonostante deve ancora effettuare i 3 mesi di affiancamento previsti dall’Art.17 del PIL locale. Per quanto sopra esposto chiediamo alla S.V. un tempestivo ed incisivo intervento nei confronti del Personale che si occupa della compilazione dei servizi affinchè si provveda a sanare le anomalie riscontrate onde garantire il rispetto delle regole e la tutela dei diritti del personale di polizia penitenziaria ivi operante.

casa-circondariale-di-piacenza-gestione-del-personale-richiesta-chiarimenti

Share This Post

About Author: Marco Gordiani

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *