CASA CIRCONDARIALE DI PIACENZA – Mancato funzionamento impianto acqua calda caserma agenti.

Egregio Provveditore
facendo seguito alle nostre missive prot. n° 02/2018/SR-ER, del 09/01/2018 e prot. n° 83/2017/SR-ER, del 13/12/2017, aventi pari oggetto, ed alle sue note di riscontro prot. n° 2238/SAG del 19/01/2018 e prot. n° 40453/SAG del 21/12/2017, siamo ad informarla che le condizioni alloggiative del personale di Polizia Penitenziaria accasermato non sarebbero affatto migliorate, malgrado le sue ultime rassicurazioni di cui alla suddetta nota prot. n° 2238/SAG del 19/01/2018, a causa del malfunzionamento dell’impianto di riscaldamento e di conseguenza di quello che fornisce l’acqua calda agli alloggi della Caserma agenti, tale da costringere il personale accasermato a soggiornare in vere e proprie ghiacciaie, senza neppure avere la possibilità di ritemprarsi con una meritata doccia calda.
Sembrerebbe, inoltre, che nulla sia cambiato neppure per ciò che riguarda le condizioni lavorative del personale di Polizia Penitenziaria, considerato che i cortili passeggi del vecchio padiglione sarebbero ancora privi di adeguati e funzionali impianti di riscaldamento e con entrambe i bagni fuori uso.
Analoga situazione si registrerebbe ancora presso gli smistamenti detenuti lato ACE e BDF, con servizi igienici guasti da molto tempo.
Siamo, pertanto, a sollecitarLe l’invio di personale del servizio tecnico di codesto Provveditorato presso la Casa Circondariale di Piacenza per valutare l’entità delle problematiche innanzi citate al fine di programmare interventi manutentivi finalmente risolutivi.

21_18_-cc-pc-man-to-funz-to-acqua-calda-caserma