• carcere_esterno_1

CASA CIRCONDARIALE DI TRENTO – Aggressione personale di Polizia Penitenziaria

Egregio Presidente, questa Organizzazione Sindacale è venuta a conoscenza dell’ennesima grave aggressione a danno del personale di Polizia Penitenziaria presso la C.C. Trento. A rendersi responsabile dell’aggressione un tunisino già noto alla Casa Circondariale per aver posto in essere atteggiamenti tali da compromettere l’ordine e la sicurezza dell’istituto e da comportarne l’immediato allontanamento. Il detenuto, protagonista di numerose aggressioni nei confronti degli agenti in servizio, sabato 4 febbraio u.s. danneggiava l’intera stanza e riduceva a brandelli un tavolo ricavandone un bastone con il quale, dopo averne fissato ad un’estremità una parte metallica appartenente alla finestra, minacciava i poliziotti prontamente intervenuti. Quattro le persone coinvolte, tra cui il Comandante di Reparto, che nel tentativo di disarmarlo riportavano delle contusioni e venivano successivamente trasportate presso il Pronto Soccorso del locale nosocomio. Il ristretto, nonostante fosse stato giustamente allontanato dal penitenziario trentino a causa dei
disordini creati, delle aggressioni e delle minacce rese nei confronti degli appartenenti al Corpo, circa due
mesi fa, faceva nuovamente ingresso presso la C.C. Trento confermando il suo atteggiamento violento.
A tutt’oggi l’istituto in argomento, messo in ginocchio dalla grave carenza organica, riesce con estrema
difficoltà a contenere situazioni ad alto rischio come quella poc’anzi rappresentata.
Pertanto, alla luce di quanto sopra, si chiede di voler restituire un clima lavorativo sereno alla Casa
Circondariale di Trento attraverso un sollecito incremento dell’organico del personale di Polizia
Penitenziaria ed un immediato allontanamento del detenuto in questione.
Certi cha la S.V. porrà la massima attenzione alla problematica, si coglie l’occasione per porgere distinti
saluti.

DAP – aggressione CC Trento

Share This Post

About Author: Marco Gordiani

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *