• UFF56966_d4

Casa Circondariale di Voghera – Situazione e malessere del personale

Nel prendere atto dei contenuti della nota GDAP 254841 del 26 u.s., non possiamo che far notare quanto la stessa possa essere considerata incompleta e, a tratti, anche illogica.
Intanto, occorre premettere che monitorare continuamente la questione non può certo ritenersi un’iniziativa utile o garanzia di soluzione, ma mero e dovuto adempimento dei doveri dell’Amministrazione (DAP e PRAP).
Nel dettaglio, si rileva un’importante affermazione di conoscenza del fatto che l’apertura del padiglione ha avuto ripercussioni sul personale di Polizia Penitenziaria. Tuttavia, si deve purtroppo far notare che, in fase di recente revisione delle piante organiche, l’Amministrazione ha fatto poco o nulla per rispondere a tale disagio. Come dire: conosco il problema, ho la soluzione, ma decido di non percorrerla. Ovviamente non possiamo che dissentire !!
Non abbiamo certo chiesto l’illustrazione dello status quo, perché quello è ben noto a tutti. Quello che si cerca è l’individuazione di obiettivi, strade da percorrere e soluzioni.
Anche le iniziative poste in essere dal Provveditorato risultano insensate e monche. Si indice interpello per Ispettori e Sovrintendenti, in prima battuta, poi quello per Agenti e Assistenti. In fase di assegnazione d’ufficio si assegnano però solo unità dell’ “anello” più debole.
E’ utile rammentare al riguardo che le procedure previste per l’assegnazione d’ufficio del personale non prevedono esoneri e/o privilegi a seconda dei ruoli.
Se vi è esigenza di servizio dovrebbe essere onere dell’Amministrazione provvedere con i mezzi che ha a disposizione. Non è affatto logico utilizzarli solo parzialmente. Così come illogico è che, pur facendo un interpello per Ispettori e Sovrintendenti per grave carenza organico, non si eccepisca nulla quando il Provveditorato Regionale del Piemonte “pretende” l’invio di Ufficiali di Polizia Giudiziaria presso la CC di Novara, tutte le volte che si tengono udienze in videoconferenza di “detenuti vogheresi”. Non considerando, tra l’altro, che a Novara la presenza di Ispettori e Sovrintendenti è certamente molto più alta di quella di Voghera. Tale da potersi permettere di impiegarne anche presso la Sala Convegno – Bar.
Insomma, come se si stesse trattando con due diverse Amministrazioni!!
Più in generale, dobbiamo far notare come Codesto Dipartimento non abbia espresso nulla sulle
problematiche denunciate (rigetto ferie, carichi di lavoro, richiami in servizio da riposo o congedo
ecc.), così come sull’aumento dell’assenteismo e l’allontanamento dal servizio.
Premesso quanto sopra si chiedono interventi risolutivi che rendano la vita lavorativa del personale
meno stressante e più idonea ai minimi standard di sicurezza.
Chiediamo segnali forti e tangibili, se del caso anche attraverso un confronto diretto utile ad
individuare congiuntamente soluzioni.
Senza segnali e alleggerimento delle tensioni, le iniziative di protesta e di contestazione saranno
inevitabili.

Casa Circondariale di Voghera – Situazione e malessere del personale

Share This Post

About Author: Marco Gordiani

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *