• Regina-Coeli

Casa Circondariale Regina Coeli di Roma -Ordine di Servizio n.21 del 5/02/2015-

Egr. Direttore,
preso atto del contenuto dell’Ordine di Servizio in parola, relativo alla nomina di preposto dell’Ufficio Sopravitto di un Assistente Capo, si evidenziano alcune difformità che, a mero parere di chi scrive, ne invalidano l’efficacia.
Con Ordine di Servizio n.36 del 2011 infatti, veniva disposto che l’Ispettore Capo Coordinatore dell’ufficio sopravitto eseguisse (unitamente ad altra unità posta poi in quiescenza), le notifiche ai detenuti, a sostegno del personale dell’ufficio matricola, oberato di lavoro.
Con l’odierna disposizione si vede la necessità di affiancare al suddetto Coordinatore, stante la complessità del settore, un preposto che possa supportarlo nel compito demandato.
E’ evidente che la cosa è alquanto contraddittoria: chiaramente il Coordinatore de quo non riesce a garantire il completo espletamento del proprio servizio, in quanto distolto da altro incarico.
Probabilmente quindi, viene da pensare, andrebbe bandito un interpello ad hoc, atto all’individuazione di una unità che si occupi dell’esecuzione delle notifiche, sollevando il predetto Ispettore Capo da tale onere. In questo modo lo stesso potrebbe assolvere degnamente la mansione di Coordinatore dell’ufficio sopravitto, senza bisogno di ulteriore aiuto ed evitando pertanto, di distogliere una unità dal servizio d’istituto.
Auspicando un celere riscontro, si porgono distinti saluti.

CC Regina Coeli – Ordine di servizio 21 del 5 02 15

Share This Post

About Author: Marco Gordiani