• opg-aversa

CASA DI RECLUSIONE DI AVERSA – Problematiche relative all’ordine e alla sicurezza dell’istituto. Richiesta intervento

Esimi,

giunge notizia a questa Organizzazione Sindacale di eventi critici che stanno interessando la Casa di Reclusione di Aversa, che vedono come protagonista un detenuto definibile come “intemperante” rispetto alle regole penitenziarie, non nuovo a fenomeni violenti nei confronti del personale e che proprio negli ultimi giorni ha aggredito unità di polizia penitenziarie, costrette a ricorrere a cure sanitarie. Se da un lato abbiamo tristemente imparato a fare i conti con siffatti fenomeni, che quasi tendono a passare inosservati a causa di una pericolosa assuefazione in ragione del loro costante riproporsi, dall’altro è doveroso svegliare le coscienze e ragionare anche sulle tipologie di strutture penitenziarie del territorio. Quando parliamo del penitenziario di Aversa ci riferiamo ad un istituto a custodia attenuata caratterizzato da un elevato standard trattamentale; circostanza che deve indurre responsabilmente l’Amministrazione a selezionare a monte i detenuti da associare presso tale struttura, con un occhio attento ai livelli di pericolosità del soggetto. Appare di certo poco comprensibile mantenere soggetti difficili in contesti di questa natura, anche considerando i rischi di negativa influenza ed emulazione sulla rimanente popolazione detenuta. Se a fronte dei disordini sarebbe stato auspicabile un trasferimento del detenuto facinoroso in altra struttura maggiormente idonea (come per altro pare sia stato reiteratamente richiesto anche dallo stesso Direttore), di avviso contrario pare risultare il competente Provveditorato che ha ritenuto che una diversa allocazione del detenuto avrebbe costituito uno spostamento del problema e non una soluzione. Ci si permette di obiettare che nel distretto di competenza vi sono strutture di livello diverso e che non appare congruo mantenere colà il detenuto problematico proprio per la peculiare natura attenuata dalle struttura ospitante. Muovendo da un sentimento di concreta preoccupazione, si invita il Provveditore regionale ad una diversa valutazione della vicenda e i superiori uffici dipartimentali a fornire indicazioni in merito al caso concreto.

casa-di-reclusione-di-aversa-problematiche-relative-all’ordine-e-alla-sicurezza-dell’istituto-richiesta-intervento

Share This Post

About Author: Marco Gordiani

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *