CASE CIRCONDARIALI DI BOLOGNA E FORLI’ – Difensore consiglio regionale disciplina.

Egregio Provveditore,
siamo con la presente a segnalarLe le difficoltà incontrate dal personale di Polizia Penitenziaria nominato quale difensore presso il consiglio regionale di disciplina a partecipare a tali riunioni in attività di servizio. Com’è noto la materia è disciplinata dall’art. 16 co. 2 del D.Lgs 449/92 e dall’allegata circolare n° 135535-1.1 del 09.12.99, la quale ultima prevede che: “il dipendente nominato difensore nei procedimenti disciplinari, ai sensi dell’articolo 16, 2° comma, del decreto legislativo 30 ottobre 1992 n. 449, qualora presenzi alle udienze dei Consigli di disciplina, centrale o regionali, deve essere considerato – ai soli fini della giustificazione dell’assenza – in attività di servizio per il tempo necessario all’espletamento dell’incarico.
Si chiede, pertanto, di voler rendere edotte tutte le Direzioni del distretto di quanto previsto dalla normativa in materia, in modo che il personale di cui sopra sia impiegato nel turno di servizio 8/14 quale difensore presso il consiglio regionale di disciplina come avviene già presso alcuni Istituti Emiliano-Romagnoli.

case-circondariali-di-bologna-e-forli-difensore-consiglio-regionale-disciplina