• airola

Comandante e Sostituto IPM AIROLA – BENEVENTO

Illustre Autorità

E’ di questi giorni la notizia che presso l’I.P.M. di Airola si stia attuando una “revisione”

dell’accordo quadro e dell’Ordinamento del Corpo di Polizia Penitenziaria ad opera della Direzione

e dell’Autorità Dirigente del Centro Giustizia Minorile Campania.

La “revisione” in atto riguarda la funzione di Sostituto del Comandante di Reparto che a quanto

pare non è più disciplinata dall’art.32 dell’Ordinamento del corpo, ma è ad interpretazione

personale, una sorta di “intuita personae” estesa a tutti gli operatori dell’Istituto. La circostanza

nasce dal fatto che trovandosi in ferie il comandante pro-tempore, ferie peraltro legittimamente

accordate sia dalla Direzione dell’Istituto che dall’Autorità distrettuale, nessuno si sia posto il

problema della sostituzione lasciando di fatto l’istituto in balia di se stesso. Ci rende notevolmente

perplessi, quanto accaduto in data 27 06 2014 all’Istituto di Airola, che si è ritrovato in “mano” a

tre Agenti e un’Assistente Capo, pur avendo nel suo organico sia Ispettori che Sovrintendenti,

nonostante le ferie del Comandante siano state programmate.

Abbiamo immaginato alla luce di quanto sta avvenendo presso l’Istituto sannita che il tutto potesse

avere un carattere “sperimentale” considerati i “successi” che sono derivati dalla “nuova?

organizzazione del lavoro in vigore” o addirittura che il fatto potesse essere il frutto del

“miglioramento culturale” che la direzione del C.G.M. Napoli adduce a risultato raggiunto,

purtroppo però nessuna delle tesi da noi fantasticate si è svelata.

E’ evidente a tutti pertanto che mentre il D.G.M. nel periodo estivo si preoccupa di disciplinare al

meglio le presenze dei Direttori e dei Comandanti di Reparto con apposite circolari, nella

“repubblica del C.G.M. di Napoli” si travalicano tutte le indicazioni in materia, sia di carattere

normativo giuridico sia di carattere tecnico amministrativo.

Come OO.SS. rispetto a ciò, siamo preoccupati per gli Operatori di Polizia Penitenziaria, perché è

noto a tutti i livelli che i periodi di maggiore difficoltà e sofferenza lavorativa coincidono proprio

con il periodo estivo, sia per l’attuazione del piano ferie sia per l’incremento statistico di eventi

critici tra la popolazione detenuta.

Per quanto sopra esposto, chiediamo a codeste Autorità di porre rimedio alla incresciosa situazione

venutasi a creare nel distretto campano, in primis per la tutela degli interessi del personale e poi di

tutti gli altri attori della vicenda che a vario titolo potrebbero essere chiamati a rispondere per

eventi che in carcere possono facilmente assumere rilievi di carattere penale.

Comandante e sostituto IPM Airola

Share This Post

About Author: Marco Gordiani