• fotosicilia_satellite_N

COMUNICATO A TUTTO IL PERSONALE DI POLIZIA PENITENZIARIA NELLA REGIONE SICILIA

la scrivente Segreteria Nazionale, informa tutto il personale che in data 03
ottobre l’organizzazione sindacale Sappe, ha trasmesso a questa Segreteria
Nazionale, nonché a tutti i suoi quadri sindacali nella regione Sicilia, un
comunicato ove si accusa il Si.N.A.P.Pe di.
1).aver sposato la causa della pari “NON OPPORTUNITA’ “ritenendo che in un
settore operativo quale quello dell’NTP non si deve fare la rotazione.
2) invito a riflettere nei confronti di quei rappresentanti sindacali appartenenti
a alcune OO.SS,che a nome e per conto dei propri iscritti senza alcuna
consultazione con la base ritengono giusto che il personale del turno rimanga
fossilizzato dentro i reparti detentivi, senza potere dare loro la possibilità di
crescere professionalmente in altri settori operativi, quale quello del nucleo e
debbano rimanere solo nei reparti tutt’altro di quanto prevede l’accordo
quadro nazionale- protocollo intesa regionale-protocolli intesa locali .
3)invito alla revoca sindacale Si.N.A.P.Pe.
E’ doveroso portare a conoscenza tutto il personale iscritto al Si.N.A.P.Pe e al
Sappe , che per una questione di coerenza nel riconoscere un diritto a tutto il
personale, il Si.N.A.P.Pe, dal 2013 che sostiene l’applicazione del
decreto ministeriale del 08 febbraio 2012 ^SEVERINO^chiedendo
l’applicazione del nuovo modello organizzativo , ove riconosce al
personale che abbia prestato servizio negli N.T.P., la specificità
lavorativa acquisita nel tempo, altresì, sosteneva al fine di garantire le
pari OPORTUNITA’ l’integrazione del personale mancante nella pianta
organica fino a raggiungere l’organico previsto, da come previsto dal
Decreto Ministeriale del Ministro Severino, che ha dato seguito al
nuovo Modello Organizzativo, cioè nel riconoscere la specificità al
personale.
Noi del Si.N.A.P.Pe non ci stiamo e non possiamo però sottacere al fatto che il
Sappe e nell’incoerenza più totale nei confronti dei propri scritti e non, in
quanto utilizza la propria politica sindacale a proprio piacimento, al momento,
ed al bisogno, al fine di acquisire qualche adesione sindacale.
Infatti, nel 2013, non condivideva la Mobilità degli N.T.P. Regionali, e di
conseguenza non riconosceva il diritto della Specificità del personale avente
diritto negli N.T.P.
Al contrario stranamente, nel 2014 /2015, riconosce la specificità del personale
degli N.T.P., sposando la Causa del Si.N.A.P.Pe, e addirittura arriva a
protestare in piazza per le vie di Palermo assieme al Si.N.A.P.Pe .
Nel 2016, il Sappe, non riconoscendo quando scritto negli anni 2014/2015 ,
firma il Protocollo Regionale degli N.T.P., riconoscendo solamente la specificità
a quel personale che opera all’aeroporto e che abbia acquisito la patente
ENAC, frequentando solamente TRE ORE DI CORSO.
Allora cari colleghi vi dovete chiedere il diritto delle pari ^OPPORTUNITA’
invocato dal Sappe nei confronti del proprio personale iscritto che svolge
servizio all’interno degli istituti penitenziari e soprattutto quello dei reparti
detentivi costretto a confrontarsi di continuo con l’utenza detentiva dove e
andato a finire????? o forse quel personale che opera all’aeroporto e
iscritto tutto al Sappe!
Con il presente comunicato vi invitiamo a riflettere nei confronti di quei
rappresentanti sindacali appartenenti al Sappe che a nome e per conto dei
propri iscritti senza alcuna consultazione con la base ritengono giusto utilizzare
la propria politica sindacale a proprio piacimento ed al bisogno, e con certi
comunicati INCOERENTI potrebbero indurre il personale in errore.
E’ doveroso portare a conoscenza il personale tutto, che proprio un dirigente
sindacale Sappe, in servizio presso l’aeroporto di Palermo, sentitosi non
rappresentato dal Sappe, ha chiesto l’intervento del Si.N.A.P.Pe al fine di
tutelare i propri interessi, consegnandoci vari documenti appartenenti al
proprio ufficio, di cui questa O.S., non può fare almeno con separata
corrispondenza tutelare gli interessi lettimi, trasmettendo agli organi
competenti.
SE AVETE ANCORA DUBBI SIETE ANCORA IN TEMPO DI FARE
VALERE I VOSTRI DIRITTI CON LA REVOCA A FINE MESE .

COMUNICATO A TUTTO IL PERSONALE DI POLIZIA PENITENZIARIA NELLA REGIONE SICILIA

Share This Post

About Author: Marco Gordiani

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *