• riunione_dipartimenti

COMUNICATO – INTERPELLO CONDUTTORI CINOFILI: Esiti incontro D.A.P.

Nella giornata del 29 c.m., presso il Dipartimento dell’Amministrazione Penitenziaria, si è tenuta una riunione in ordine all’interpello per conduttori cinofili riservato al ruolo Sovrintendenti ed Agenti/Assistenti del Corpo di Polizia Penitenziaria. In apertura il Direttore Generale del Personale e delle Risorse – dott. Pietro Buffa – ha evidenziato l’importanza del servizio cinofili ed ha ribadito che, al fine di assicurare uno standard qualitativo e quantitativo pari a quello degli omologhi delle altre Forze di Polizia, è intenzione dell’Amministrazione rilanciare e potenziare la funzionalità del servizio. Preliminarmente il Si.N.A.P.Pe ha rappresentato che per il raggiungimento di tali obiettivi si rende necessario modificare innanzitutto il D.M. istitutivo del servizio cinofili, nella parte riguardante la previsione degli organici, sia a livello centrale sia periferico e dare la possibilità di ultimare i lavori ad una Commissione già istituita per l’elaborazione di un nuovo D.M. che rispecchi le reali esigenze del servizio. Inoltre, sono state richieste delucidazioni in merito all’attuale pianta organica del servizio, in quanto l’organico previsto, rideterminato dall’allora Ministro Orlando in n. 108 unità, comprende il personale del servizio cinofili, ippomontati e navale. Si è poi evidenziata l’opportunità di istituire un distaccamento in Calabria ,possibilmente nella zona centrale della regione, affinché soddisfi le necessità di tutti gli istituti calabresi. Inoltre, è stato rappresentato che per raggiungere uno standard qualitativo più elevato, è imprescindibile una più accurata selezione dei cani, avendo cura di non attingere esclusivamente dai canili. Dopo un’ampia discussione, l’Amministrazione ha confermato la sospensione dell’interpello indetto in data 16.10.2018, riservandosi di partecipare alle OO.SS. i correttivi che saranno adottati.

Vi terreno aggiornati.

comunicato-riunione-cinofili-29-10-18

Share This Post

About Author: Marco Gordiani

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *