• riunione

Comunicato – mobilità nazionale e assegnazione del 169° corso di formazione!

Una trattativa lunga quella che ha visto un serrato e produttivo confronto fra l’Amministrazione e le Parti Sociali sulla partita della mobilità nazionale.
Produttivo perché possiamo ritenere senz’altro soddisfacente la metodologia di lavoro seguita, pur con tutti i distinguo del caso.
Non ha sottaciuto, infatti, questa Organizzazione Sindacale, l’amarezza e irrigidimento per le tempistiche, essendo ormai consuetudine quella di ridursi agli ultimi momenti per attivare tavoli di confronto per materie ampiamente preventivabili e meritevoli di confronti tecnici e ragionati.
E’ noto a tutti come le procedure miranti ad ottenere degli incrementi nelle sedi più sofferenti, si scontrano con un vincolo normativo invalicabile dato dalle piante organiche, che questa O.S. ha più volte definito inadeguate; e per questo che si è cercato di spalmare nel modo più efficiente possibile le risorse tenendo conto tanto delle note carenze, tanto dell’apertura di nuovi padiglioni.
Tracciata una mappa degli incrementi, tenendo come dato di partenza il delta dato dalla differenza fra forza amministrata e forza prevista, si è dunque generata la mobilità a domanda, che interesserà 774 uomini e 175 donne, come da tabella allegata.
La mobilità sarà varata a giorni e i provvedimento avranno decorrenza immediata con differimento massimo entro il 30 settembre
Dato corso alla mobilità, il nuovo contingente di donne e uomini, sarà assegnato nelle sedi lasciate libere dal personale mobilitato.
Così ad esempio, se l’istituto penitenziario X sarà interessato da un incremento di 10 unità, lì saranno trasferiti per mobilità i primi 10 in graduatoria di cui 5 provenienti dall’istituto Y e 5 provenienti dall’istituto Z; 10 neo agenti saranno quindi assegnati, in compensazione, 5 nell’istituto Y e 5 nell’istituto Z che chiuderanno in pari il proprio bilancio di entrate e uscite.
Solo qualora la sede destinataria di incremento non abbia capienza in graduatoria di mobilità, sarà indicata come sede di prima assegnazione per i neo agenti.
Il piano, frutto anche delle segnalazioni tecniche evidenziate dalle Organizzazioni Sindacali, è stato varato con l’impegno di giungere alla prossima tornata (assegnazione del
170°) con un quadro d’insieme più fedele, con piante organiche rinnovate e adeguate alla realtà dei penitenziari, con una concreta trattazione degli organici “extra moenia” che vada ad
epurare un dato oggi spurio e che crea un divario importante fra la teoria e la realtà, ovvero
fra la forza amministrata e la forza presente.
Con riferimento alla varata selezione di 35+5 neo agenti del 169^ corso da avviare al Gom, la Direzione Generale si è fatta carico di rappresentare al Capo del Dipartimento una
riflessione di opportunità circa i tempi e i modi che, seppur confortati dalle previsioni contrattuali, si scontrano con la peculiarità del momento storico.
Vi terremo aggiornati sugli sviluppi

comunicato mobilità

piano di incremento degli istituti

Share This Post

About Author: Marco Gordiani

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *