• rinnovo-contratti

CPA Roma – gravi anomalie

Ancora una volta la scrivente Organizzazione Sindacale, ha l’obbligo di evidenziare alcune gravi anomalie riscontrate nella gestione dell’attività penitenziaria espletata presso la struttura in parola.
Viene riferito infatti che, a differenza di quanto previsto dalla normativa vigente, siano diverse le regole basilari non attuate, con grave discapito per la sicurezza dell’Istituto e dei minori ivi ristretti.
Dall’apertura incondizionata delle porte di accesso ai reparti detentivi (pare per una questione di comodità!), piuttosto che il mancato acquisto di kit antidroga o ricetrasmittenti, indispensabili per svolgere al meglio un servizio di prevenzione.
Ed ancora, la concessione di pacchetti di sigarette, nonostante il Decreto Legislativo 12/01/2016 n.6 abbia introdotto rigide norme sul divieto di somministrazione di tabacco ai minori ed il rispetto dei non fumatori in ambienti pubblici.
Anomalie sono state riscontrate anche nell’individuazione delle cariche fisse che, al momento, vedono una unità di polizia penitenziaria assegnata presso la segreteria agenti, senza alcun regolare interpello o ordine di servizio ad hoc, a svolgere quindi un lavoro per il quale non ha alcuna competenza o titolo.
La totale assenza di un registro atto a raccogliere gli Ordini di Servizio emanati, affinché tutti ne possano prendere visione ed attuarli precipuamente.
Più volte un Coordinatore del CPA, recentemente restituito alla sede effettiva (?), è stato considerato autore di opera di “progressiva carcerizzazione” solo perché ha posto in atto i dettami del regolamento penitenziario (spostare la mobilia all’interno delle stanze detentive per rendere migliore la visibilità per il controllo dei ristretti, vietare l’ingresso di telefoni cellulari piuttosto che di apparecchi con connessioni internet, ecc.) che, viene da se, sono criteri fondamentali ed indispensabili (operati in ogni Istituto penitenziario) per la salvaguardia e la sicurezza della struttura e dei suoi ospiti.
Infine viene riferito che, anche se previsto dalla vigente normativa in materia, il sabato pomeriggio non vi è presenza di educatori, con grave nocumento per il regolare svolgimento dell’attività lavorativa.
Stante le gravità denunciate, si attendono urgenti delucidazioni in merito a ciò, e si chiede al capo DGM che legge per conoscenza di attuare le opportune verifiche al riguardo.
Distinti saluti.

CPA Roma -gravi anomalie

Share This Post

About Author: Marco Gordiani

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *