• furto-coltello

Criticità istituti minorili – Aggressioni al personale di Polizia Penitenziaria

Erg. Presidente, durante le vacanze natalizie si sono registrate delle importanti criticità presso gli istituti per minori di Milano e Nisida. Infatti, a distanza di soli due giorni, si è verificato un accoltellamento nell’istituto lombardo ed un sequestro di persona nell’istituto campano ai danni del personale di Polizia Penitenziaria operante nelle predette strutture. Precisamente, nel penitenziario milanese nel pomeriggio del 31 dicembre u.s. un detenuto di origine est-europea, nel tentativo di evadere, ha accoltellato un agente ferendolo al braccio e all’addome e, per di più , nella mattinata di ieri all’interno l’IPM di Nisida un detenuto strattonava e colpiva al volto un agente sottraendogli al contempo le chiavi del reparto e, coadiuvato da altri due compagni di cella, chiudevano il poliziotto in una stanza procedendo con l’apertura di tutte le altre camere di pernottamento; all’origine del gesto sembrerebbe una perquisizione straordinaria effettuata nei giorni scorsi durante la quale è stata rivenuta della sostanza stupefacente, quasi a significare una risposta della popolazione detenuta al sistema penitenziario. Due episodi di assoluta gravità tali da indurre questa Organizzazione Sindacale a riflettere sulle misure di sicurezza adottate nel panorama minorile, contesto improntato maggiormente al recupero del soggetto in virtù della giovane età.

Questi rappresentano soltanto due casi di una lunga serie di aggressioni che negli ultimi
anni si sono riscontrati, dato decisamente allarmante considerate le finalità perseguite
dall’Amministrazione tese a favorire un reale e concreto reinserimento socio-professionale del
detenuto.
Lascia perplessi constatare che nonostante l’attività svolta nel settore minorile sia
incentrata principalmente sulla rieducazione, sul recupero sociale e sulla responsabilizzazione del
soggetto, si verifichino con frequenza al contrario casi di recidiva di vera e propria criminalità che
si sostanziano nell’esecuzione di nuovi reati (ad esempio accoltellamenti e sequestri) in un luogo
deputato al rispetto delle regole.
Pertanto, questa O.S. chiede di conoscere quali siano gli interventi che la S.V. intende
adottare per la salvaguardia del personale operante nella Giustizia Minorile al fine di arginare il
preoccupante fenomeno delle ripetute aggressioni al Personale.

180103criticita-istituti-minorili-aggressioni-al-personale-di-polizia-penitenziaria

Share This Post

About Author: Marco Gordiani

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *