• polemica

E’ polemica sugli straordinari pregressi di LECCE e TARANTO: lettera aperta al Personale di Polizia Penitenziaria pugliese

Cari colleghi
Vengono diffusi comunicati, dalle bizzarre costruzioni sintattiche, che non risparmiano al lettore
attento sorrisi per “simpatici” errori grammaticali e che nell’estrema sintesi richiamano alla memoria un
motivetto di qualche anno fa: “menomale che Silvio c’è”!
Si arriva a disturbare la pletora dei Santi per affibbiare “miracoli” a chi alacremente lavora per la
tutela degli interessi del personale che rappresenta.
L’esimo autore del documento, distribuendo pensieri gentili a destra e a manca (per poi giungere –
non senza stupore da parte di chi scrive – ad invocare unità in virtù dell’appartenenza alla medesima
famiglia) non risparmia il Si.N.A.P.Pe alimentando una inutile quanto inopportuna bagarre sulla questione
degli straordinari degli anni pregressi.
Stando a quanto scritto dall’esimio Segretario “(quelli del Si.N.A.P.Pe – soggetto) con i loro potenti
mezzi sarebbero riusciti a far pagare le ore degli straordinari degli anni precedenti per i colleghi di Lecce
e Taranto”.
Ebbene, nessun “potente mezzo”, nessun autoproclamato miracolo, ma un continuo interessamento
ed una interlocuzione costante con l’Amministrazione ad ogni livello traduce l’azione del Si.N.A.P.Pe che
ebbe inizio tanto tanto tempo fa e che pareva inesorabilmente destinata a trovare soluzione nelle Aule di
Giustizia a fronte della nota dell’allora Provveditore, dott. Martone (che qui si allega per ogni opportuna
valutazione), indirizzata a questa O.S. in data 04 dicembre 2015 e discendente (come si legge nello stesso
scritto) da un ultimo incontro sul tema tenutosi in data 12 ottobre 2015.
A fronte della missiva dell’allora Provveditore della Puglia, questa Organizzazione Sindacale ha
interessato il proprio Avvocato per l’attivazione dei procedimenti legali per il recupero coatto dei crediti
vantati dai Poliziotti Penitenziari (si allega mail del 16/12/2015).
È circostanza nota il cambio al vertice regionale e nell’incontro conoscitivo (07 aprile 2016) con
l’attuale Provveditore il Si.N.A.P.Pe ha risollevato la questione, auspicando un approccio diverso da parte
della nuova Autorità; in quella occasione ed in altre successive, il Provveditore di Puglia e Basilicata ha
assunto l’impegno di una rivalutazione della pendenza, giungendo sino alla data del 28 settembre 2016
senza apprezzabili soluzioni. E’ proprio in tale data che questa O.S. ha trasmesso la nota 190928/AS/06
(che si allega) anche al fine di evitare che l’inutile decorso del tempo producesse effetti di perenzione sul
credito. La questione ha trovato soluzione con nota n. 8309 del 18 ottobre 2016
A modesto parere di chi scrive, la ricostruzione degli eventi, ove ve ne fosse bisogno, vale da sola ad
attribuire l’esatto valore alle invettive rivolte al Si.N.A.P.Pe da una autoreferenzialissima organizzazione
sindacale.
Cordialmente

E’ polemica sugli straordinari pregressi di LECCE e TARANTO_lettera aperta al Personale di Polizia Penitenziaria pugliese

nota prap bari

mail avvocato

340_160928_Prap Bari_stato liquidazione straordinario sospeso Lecce e Taranto

 

Share This Post

About Author: Marco Gordiani

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *