• donazione_800_800

Essere Guerrieri per salvare una vita: Appello a donare per i colleghi della Polizia Penitenziaria!

 

Puoi essere il guerriero di qualcuno in pericolo di vita. Dona il sangue, dona il midollo osseo: salvi una vita.

 

Questo è lo Slogan contenuto nel video “Guerrieri in Oncologia Pediatrica a Napoli”, realizzato dall’ associazione di volontariato DiamoUnaMano e pubblicato su Youtube.

 

Lo scorrere dei fotogrammi ci porta all’interno del reparto di Oncologia Pediatrica Primo Policlinico di Napoli dove genitori, medici e purtroppo giovanissimi pazienti affrontano tutti assieme la stessa battaglia: è la lotta alla Leucemia, un tumore maligno che si origina nel midollo osseo e interferisce con la crescita e lo sviluppo delle normali cellule che si trovano nel sangue.

 

Queste immagini non riescono a lasciare il Si.N.A.P.Pe indifferente, non solo per la nitida forza con cui colpiscono ma anche perché uno di questi piccoli pazienti è una bambina che sta molto a cuore a chi sta scrivendo ora queste parole, e che si ritrova a doverle calibrare con attenzione.

 

Nel modernissimo 2015 le cause della Leucemia sono ancora ignote e, se le cure sono in continuo progresso, vi sono comunque difficoltà legate spesso alla carenza di Sangue e di Midollo Osseo con cui supportare il trattamento e la guarigione dei pazienti.

 

Questa penuria di donazioni aggiunge un peso in più al duro lavoro dei medici e rappresentano un incubo a occhi aperti per le famiglie che condividono con i figli i lettini di Oncologia.

 

Medici, famiglie, bambini: nessuno di loro si arrende a queste difficoltà, per quanto opprimenti. Verrebbe da chiamarli eroi per il loro coraggio, ma sarebbe inappropriato visto che a dargli la forza non è una sicurezza di fronte a un futuro nebuloso e incerto ma l’amore che lega ognuno di loro, quello stesso amore che dona speranza e fiducia.

 

No, non sono eroi, sono solo innamorati, e hanno bisogno di guerrieri che vengano in loro soccorso. Ognuno di noi può fare la sua parte, non servono particolari abilità, basta avere il coraggio di donarsi all’ago per un prelievo.

Sotto ogni divisa batte il cuore di un potenziale guerriero. Noi ne siamo certi, vogliamo crederci!

 

La nostra vita sarebbe diversa con una sacchetta di sangue in meno?

Avremo difficoltà a svolgere il nostro lavoro dopo un prelievo di midollo?

 

No, non sentiremo nessun cambiamento. Ma per quei medici e per quelle famiglie vuol dire ricevere una speranza in più; per quei bambini sarà il primo passo per riottenere un’ infanzia, per tornare alla vita.

Essere Guerrieri per salvare una vita Appello a donare per i colleghi della Polizia Penitenziaria

Share This Post

About Author: Marco Gordiani