• news21305

I.P.M. Airola – Nuova allocazione lavoranti esterni – Perplessità

Egregio Direttore
Preso atto della disposizione di servizio n°26 del 27.07.2016 emesso da codesta Direzione, il Si.N.A.P.Pe
non può esimersi dal rappresentare le proprie perplessità circa l’esatta attuazione di quanto ordinato.
La S.V. infatti, dispone che i lavoranti esterni siano allocati presso la nuova sezione nei locali ex
matricola, che i detenuti siano consegnati in regime di vigilanza dinamica, l’apertura e la chiusura sarà cura
del preposto che impartirà le disposizioni secondo il programma di ogni singolo detenuto e per qualsiasi
evenienza oltre agli orari previsti di entrata e uscita dalla sezione, i detenuti possono comunicare con la
portineria tramite citofono , l’addetto alla portineria provvederà ad avvisare il preposto della richiesta dei
detenuti.
Si fa presente che la nuova allocazione dei lavoranti esterni si trova proprio nel corridoio d’ingresso alle
sezioni detentive, entrata che usufruiscono tutte le persone che dovranno recarsi all’interno dell’istituto, ci
risulta che tale passaggio è utilizzato anche dai familiari dei minori/detenuti che accedono per i colloqui
settimanali.
Ciò significa che la sorveglianza attuata dal personale in servizio, dovrà moltiplicarsi (con tutte le
difficoltà che questo implica, stante la carenza organica e l’attuazione del piano ferie estivo), ed il rischio di
ingresso e diffusione di oggetti o sostanze non consentite all’interno della sezione detentiva, sarà sicuramente
maggiore, agevolato da questo nuovo stato di cose.
A tal proposito giova ricordare all’A.D. che l’art. 29 co. 1 del D.P.R. 15 febbraio 1999. n.82 recita: “ Le
disposizioni generali e particolari relative alle modalità di esecuzione del servizio da parte del personale del
Corpo di Polizia Penitenziaria per ciascun posto di servizio istituito sono disciplinate con ordini di servizio
numerati progressivamente e datati, emanati dal Direttore, acquisito il parere del Comandante di Reparto.”
Tale ordine di servizio è palesemente illegittimo e suscettibile di annullamento per violazione di legge
perché in contrasto con il D.P.R. sopra citato.
E’ necessario che l’A.D. prima di emanare un ordine di servizio debba acquisire parere obbligatorio del
Comandante di Reparto. La mancata acquisizione dello stesso comporta l’illegittimità dell’atto, inoltre tale
ordine di servizio e palesemente in contrasto con L’AQN, con riferimento all’art.4 co 1 lettera f. e co 4,
pertanto suscettibile di Commissione arbitrale Regionale.
Si invita pertanto codesta Autorità Dirigente a rivedere quanto disposto e trovare una soluzione che meglio
concili con le esigenze di un istituto penitenziario.

I.P.M. Airola – Nuova allocazione lavoranti esterni – perplessità

Share This Post

About Author: Marco Gordiani

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *