• punto-interrogativo

I.P.M. BOLOGNA – Accesso utenti per l’Ufficio Servizio Sociale Minorenni – RICHIESTA INTERVENTO

Egregio Dirigente,
corre l’obbligo, da parte della scrivente Segreteria Regionale per la Giustizia Minorile, dell’Organizzazione Sindacale in intestazione, rappresentarLe e stigmatizzare le doglianze che giustamente ci vengono subissate dal personale di Polizia Penitenziaria operante presso il servizio di portineria dell’Istituto Penale per Minorenni.
Nella fattispecie, tenuto conto già dei delicati compiti di vigilanza ed osservazione disciplinati da debiti ordini di servizio e dalla gestione dell’afflusso quotidiano di personale esterno ed interno che, a vario titolo accede nelle varie strutture, e considerato l’impiego di una sola unità presso il sopraccitato posto di servizio, riteniamo opportuno chiederLe un doveroso ed urgente intervento in merito a quanto indicato in oggetto, ovverosia per costanti situazioni che afferiscono difficoltà per l’agente addetto ai lavori, specie quando si registrano molti ingressi (a volte sprovvisti anche di documenti di riconoscimento atti all’identificazione) che interessano il servizio in questione. Detto ciò, appare lapalissiano che comunque è utile rendere un servizio efficiente, però d’altro canto il personale non può sempre operare con gravosi carichi di lavoro, a maggior credito quando si riscontrano difficoltà oggettive con cospicui ingressi.
Pertanto, visto quanto esposto nella presente, voglia la S.V. attivare gli interventi migliorativi del caso, con la possibile valutazione di impiegare, all’uopo e correlato alla mera gestione degli utenti in capo all’USSM (identificazione e rapporti con gli operatori sociali), l’unità di Polizia Penitenziaria in regime di distacco presso il servizio de quo, al fine di apportare una sana collaborazione sinergica per il servizio di portineria, nelle mere giornate ove si registrano maggiori ingressi di utenti, specie quando vi sono i colloqui dei congiunti con i detenuti dell’IPM, cosi da esautorare eventuali compromissioni in ordine e sicurezza e nell’assicurare un buon andamento organizzativo generale.
In ogni caso, è apodittico che eventuali impieghi vengano partecipati poi con le parti sindacali, nel giusto contradditorio delle relazioni, nonché nel rispetto e tutela di tutte le lavoratrici e lavoratori.
Auspichiamo ogni Sua certa attenzione che vorrà accordare all’argomento, nell’interesse collettivo di tutti gli operatori e dei servizi da assicurare.

i-p-m-bologna-accesso-utenti-per-l’ufficio-servizio-sociale-minorenni-di-bologna-richiesta-intervento

Share This Post

About Author: Marco Gordiani

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *