• punto-interrogativo

I.P.M. BOLOGNA – Assenza del Comandante di Reparto – Sostituzione a carico degli appartenenti al ruolo Agenti/Assistenti

Egregio Direttore Generale,
lo scrivente Coordinamento Nazionale per la Giustizia Minorile, dell’Organizzazione Sindacale in intestazione, rappresentativa del Corpo di Polizia Penitenziaria, con il presente atto al fine di denunciare la precaria situazione in essere presso l’Istituto indicato in oggetto. Premesso che, a far data dalla seconda decade del mese di settembre us, l’Istituto non giova della figura di un funzionario di Polizia Penitenziaria con mansione di Comandante di Reparto titolare (rispetto agli altri II.PP.MM. del Paese), bensì questa incombenza viene espletata significativamente da un appartenente del ruolo Ispettori.
Una situazione che, da anni ormai, trova la sua ingiustificata collocazione con l’avvicendare di tanti Comandanti di Reparto, con annesse serie difficoltà organizzative che sicuramente ricadevano sul personale che ivi presta servizio, con silenzioso zelo e solerzia.
Detto ciò, status quo si sta registrando un’aberrante situazione, ovverosia l’attuale Comandante di Reparto pro tempore, nel beneficiare dell’istituto del congedo ordinario (per diversi periodi già concordati), viene disposta la sostituzione dello stesso a carico di Assistenti Capo Coordinatori privi di qualifica di Ufficiale di P.G., con funzioni di Sorveglianza Generale attribuite solo all’uopo (de facto Comandante di Reparto, tralasciando alcuna retorica dei fatti), che già espletano debitamente mansioni di Addetti Uffici e Preposti, in quanto vi è l’assenza totale di poliziotti penitenziari con mansioni di concetto.
Un’incredibile assunzione di responsabilità in capo a quest’ultimo personale che assolutamente non condividiamo e diffidiamo, sin da subito, ogni disposizione in merito. La responsabilità di sicurezza di tutto il penitenziario non deve essere assegnata agli Assistenti Capo Coordinatori (mansioni esecutive), che comunque si apprezzano le capacità deontologiche e professionali. Crediamo fermamente, come rappresentati dei lavoratori, che l’Istituto bolognese merita doverosamente ogni scrupolosa attenzione in tal senso, considerate anche le vicissitudini pregresse.
Per quanto sopra esposto ed argomentato, il Si.N.A.P.Pe chiede qualsivoglia intervento riparativo temporaneo e di richiamo al rispetto delle direttive per tale delicato compito, a tutela degli addetti in causa e di tutta la collettività penitenziaria, in un’ottica di collaborazione istituzionale, con l’auspicio che quanto prima venga altresì definita la titolarità ufficiale.
In mancanza di ciò, saremo costretti a manifestare il nostro dissenso in seno alle prerogative sindacali riconosciuteci dalle normative vigenti.

i-p-m-bologna-assenza-del-comandante-di-reparto

Share This Post

About Author: Marco Gordiani

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *