• catania-00_00_07_00-immagine004

I.P.M. CATANIA – Grave atteggiamento antisindacale

La scrivente organizzazione sindacale ha appreso che presso l’Istituto Penale per i Minorenni di Catania, alcune unità di personale del Corpo di Polizia Penitenziaria è stato assegnato d’ufficio presso i posti di servizio la cui copertura soggiace alla procedura di interpello, essendo previsti con procedura di mobilità interna, senza essere stati indetti regolari interpelli.
Atteso:
 che il P.I.R. e il P.I.L. prevedono regole per la mobilità interna;
 che l’assegnazione di personale di Polizia Penitenziaria presso i posti di servizio Matricola, Ufficio Servizi, Colloqui etc… passa attraverso l’indizione di interpelli;

Tenuto Conto:
 che gli interpelli ordinari per l’assegnazione del personale hanno scadenze ben definite dagli accordi tra le parti;
Rilevato
 che in atto presso l’IPM di Catania non è stato indetto nessun interpello ordinario per l’anno in corso;
 che tale comportamento inficia gli accordi e ne viola di fatto il P.I.R. e il P.I.L.
Si chiede, alla S.V. Ill.ma, un urgente quanto puntuale intervento atto a ripristinare le regole stabilite con gli accordi sottoscritti tra le parti, al fine di evitare inutili contenziosi.
Per quanto sopra, al fine di ripristinare regole, si impone la richiesta di revoca dei provvedimenti di assegnazione del personale di Polizia Penitenziaria presso quei servizi e Uffici ove è prevista la mobilità interna e relativa indizione di interpello per l’accesso.
Si ricorda, ancora, che in della revoca dei provvedimenti illegittimi, si darà corso alle azioni legali per l’atteggiamento antisindacale posto in essere dal Direttore dell’IPM di Catania ai sensi dell’ art.18 legge 300/71.
Si rimane in attesa di cortese urgente riscontro.

i-p-m-catania-grave-atteggiamento-antisindacale

Share This Post

About Author: Marco Gordiani

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *