• punti-interrogativi

II^ CASA DI RECLUSIONE MILANO BOLLATE – Anomalia nel conteggio del congedo ordinario del personale di Polizia Penitenziaria neo assunti del 173° corso

Egr. Sig. Direttore,
le ferie rappresentano un diritto costituzionalmente sancito, sono finalizzate al recupero delle energie psicofisiche spese durante la prestazione lavorativa e il dipendente non può rinunziarvi.
Per il dipendente le ferie si configurano con il congedo ordinario previsto dal D.P.R. 31/07/1995, n° 395. Le durate del congedo ordinario sono le seguenti:
– fino a 15 anni di servizio: gg. 32 l’anno;
– oltre 15 anni e fino a 25 anni di servizio: gg. 37 l’anno;
– oltre 25 anni di servizio: gg. 45 l’anno.

Nel computo del congedo ordinario si considerano soltanto le giornate lavorative, poi nel caso in cui il dipendente svolga il servizio articolato su 5 giorni a settimana, dal lunedì al venerdì, il sabato è considerato non lavorativo ed il congedo ordinario annuo è ridotto rispettivamente a 28, 32 e 39 giorni. Per i primi tre anni di servizio al personale spettano 30 gg. di congedo ordinario, ridotti a 26 giorni in caso di distribuzione dell’orario di lavoro su 5 giorni a settimana.
Nell’anno di assunzione o cessazione dal servizio la durata del congedo ordinario è determinato in proporzione ai dodicesimi di servizio prestato. La frazione di mese superiori ai 15 giorni è considerata a tutti gli effetti come mese intero. Per quanto sopra appena illustrato, la scrivente O.S. è venuta a conoscenza di una grave anomalia perpetrata a danno del Personale di Polizia Penitenziaria del 173° corso, assegnato all’istituto da Lei diretto, in ordine al numero di giorni di congedo ordinario loro spettanti, in quanto il predetto personale non ha ricevuto le necessarie e univoche delucidazioni a riguardo da parte dell’Amministrazione.
In sostanza, l’anomalia consisterebbe nel fatto che al Personale di Polizia Penitenziaria del 173° corso che ha svolto il corso di formazione presso le Scuole di Castiglione delle Stiviere e di Catania sarebbe stato conteggiato 21 giorni di congedo ordinario + tre festività soppresse spettante, mentre a quello che ha svolto il corso di formazione a Sulmona 10 giorni, disattendendo la normativa pattizia. Si rappresenta altresì, che il suddetto personale ha svolto più anni nelle Forze Armate prima di arruolarsi nel Corpo di Polizia Penitenziaria, per cui avrebbe diritto alle giornate aggiuntive previste per legge al raggiungimento di determinati steps di anzianità, tenendo conto degli anni di servizio prestati nelle altre Forze Armate.
Tanto si segnala alla S.V. al fine di effettuare un intervento correttivo nei confronti del personale interessato che si è visto penalizzare ingiustamente.
2-c-r-milano-bollate-congedo-ordinario-neo-assunti-richiesta-intervento

Share This Post

About Author: Marco Gordiani

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *