• IMG-20151217-WA0002

II.PP. di Parma – Sit-In – Comunicato

QUESTA MATTINA DINANZI AGLI ISTITUTI DI PENA DI PARMA SI E’ SVOLTO L’ANNUNCIATO SIT-IN DEL PERSONALE
DI POLIZIA PENITENZIARIA CON UN’AFFLUENZA RECORD DI CIRCA 40 POLIZIOTTI, NONOSTANTE IL CONCOMITANTE
AVVIO DEL PIANO FERIE NATALIZIO E LA PROGRAMMAZIONE DI TURNI DI SERVIZIO CHE NON HANNO CONSENTITUTO
A NUMEROSI COLLEGHI DI MANIFESTARE CON NOI.
LE RAGIONI DELLA PROTESTA SONO ORMAI NOTE:
1. LA PERENNE PRECARIETA’ NELLA GESTIONE DELL’ISTITUTO, AFFIDATA DA ANNI A DIRETTORI IN MISSIONE;
2. LA RECRUDESCENZA DELLE AGGRESSIONI AI DANNI DEL PERSONALE DI POLIZIA PENITENZIARIA DA PARTE
DI DETENUTI PARTICOLARMENTE FACINOROSI;
3. IL MANCATO RISPETTO DELLE DELIBERE DELLA COMMISSIONE ARBITRALE REGIONALE IN TEMA DI MOBILITÀ
INTERNA E PIANO FERIE NATALIZIO;
4. L’ASSENZA O NON CORRETTO FUNZIONAMENTO DEI SISTEMI DI RISCALDAMENTO NEI TURNI NOTTURNI E
L’INADEGUATEZZA DEGLI ARREDI (A COMINCIARE DALLE SEDIE QUASI DEL TUTTO INUTILIZZABILI),
SEGNALATO IN APPOSITE NOTE SINDACALI MAI RISCONTRATE;
5. LE ANOMALE PROCEDURE ADOTTATE NELL’INDIZIONE DELL’INTERPELLO PER IL LOCALE NTP, CIRCOSTANZA
CHE RISCHIA DI CREARE UNA SITUAZIONE DI STALLO PRESSO LO STESSO NUCLEO TRADUZIONI E
PIANTONAMENTI;
6. MANCATO RISCONTRO DI NUMEROSE ALTRE NOTE SINDACALI INDIRIZZATE ALLA DIREZIONE DUCALE.
IL PERSONALE HA DECISO DI FAR SENTIRE FORTE LA SUA VOCE ANCHE RISPETTO AD UNA GESTIONE DELLE
RISORSE UMANE ASSAI DISCUTIBILE CHE NON TIENE PIU’ CONTO, A NOSTRO AVVISO, DI ESPERIENZA, CAPACITA’
PROFESSIONALI, ATTITUDINE ALL’ESPLETAMENTO DEI MOLTEPLICI SERVIZI ISTITUZIONALI.
ORA ATTENDIAMO UNA URGENTE CONVOCAZIONE DA PARTE DEL PROVVEDITORE REGIONALE DELL’AMMINISTRAZIONE
PENITENZIARIA, AI SENSI DI QUANTO PREVISTO DALL’ART. 2 COMMA 4 DELL’ACCORDO NAZIONALE QUADRO, IN
MERITO ALL’ATTIVAZIONE DELLE PREVISTE PROCEDURE DI RAFFREDDAMENTO DEI CONFLITTI, AL FINE DI RISTABILIRE
IL RISPETTO DELLE NORME DI LEGGE E CONTRATTUALI PRESSO GLI II.PP. DI PARMA.

II.PP. di Parma – Sit-In – Comunicato

Share This Post

About Author: Marco Gordiani

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *