• g_11fa623201

LETTERA AL CAPO D.A.P. – Impiego neo agenti 173° corso di formazione – richiesta convocazione

Illustre presidente

In ragione dell’approssimarsi della conclusione del 173° corso di formazione e l’immissione in ruolo dei neo agenti, questa Segreteria Generale ritiene necessaria una convocazione per i motivi che di seguito si rappresentano.
La presente riflessione si radica nell’analisi dei diversi focolai di protesta che le organizzazioni sindacali, congiuntamente, stanno ponendo in essere sul territorio nazionale; manifestazioni che si pongono quale obbiettivo quello di accendere i riflettori sulle difficili condizioni lavorative discendenti, fra l’altro, da una penuria di risorse umane. Particolarmente significativa, a tal uopo, sono le vicissitudini del Lazio (che ha manifestato lo scorso 30 maggio), della Campania (che manifesterà il 12 giugno p.v.), della Sicilia (ove la manifestazione è prevista per il 21 giungo); situazioni che di certo non esauriscono il quadro di complessità in cui versano gli Istituti del Paese. L’emblematica circostanza per la quale le forme di protesta si concentrino nel’area centromeridionale ed insulare del Paese deve far riflettere, dovendosi legge quale specchio riflesso dell’inadeguatezza delle piante organiche fissate nei recenti PCD che hanno tradotto le previsione del DM del 2 ottobre 2017; con ciò senza voler di certo affermare che nelle regioni del Nord si respiri un clima diverso. La storia ci consegna la memoria dell’aumento delle criticità proprio nel periodo estivo, sia a causa di una maggiore avvertita insofferenza alla vita detentiva da parte dei reclusi, sia per il diminuire dell’organico disponibile per la vigenza irrinunciabile del piano ferie. In questo clima si inserisce la conclusione del 173° Corso Agenti che consentirà l’immissione in ruolo di 329 donne e 1017 uomini; risorse attese e necessarie per dar respiro alle attuali e sofferenti organizzazioni del lavoro. Considerato che all’immissione in ruolo (che avverrà dopo il 20 luglio) si riconnette la mobilità ordinaria, con decorrenza dei provvedimenti di trasferimento che sarà sicuramente fissata al termine del piano ferie, sarebbe auspicabile pensare ad una efficiente distribuzione (anche temporanea) dei neo agenti negli istituti in maggiore sofferenza. Per questi motivi si ritiene opportuna la calendarizzazione di una convocazione delle organizzazioni sindacali, per l’individuazione di soluzioni condivise, con il coinvolgimento dei Provveditori regionali, anche per valutare la percorribilità dell’ipotesi di impiegare i neo agenti nei distretti in cui sono ubicati le scuole di formazione e istituti di istruzione ove si è svolti i corsi, fino alla data in cui si darà corso ai provvedimenti di mobilità ordinaria. Nella certezza che si condivideranno le esigenze rappresentate e le soluzioni prospettate, si resta in attesa di una solerte convocazione sul tema.

lettera-al-capo-dap_impiego-neo-agenti-prima-della-mobilita_richiesta-convocazione

Share This Post

About Author: Marco Gordiani

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *