NOTA UNITARIA – CASA CIRCONDARIALE DI FROSINONE – Proclamazione dello stato di agitazione.

Illustrissime Autorità,
Oggi le scriventi OO.SS hanno assistito inermi alla presa di posizione della Direzione di Frosinone, che con il fine di attuare il piano ferie “ in minus” del personale di Polizia Penitenziaria, opererà una modifica coattiva dell’ organizzazione del lavoro introducendo il terzo turno. Ciò comporterà a carico del personale l’obbligo di prestare lavoro straordinario senza la prevista disponibilità.
Altresì lo stato delle cose certifica la necessità di interventi urgenti in tema di implementazione dell’ organico non più rinviabili. Ormai a Frosinone non si è più in grado di operare secondo il rispetto della norma, i diritti soggettivi risultano compromessi in ragione delle esigenze connesse al regolare svolgimento del servizio ordinario, che si trova dunque ad assumere la preminenza rispetto ai riconoscimenti sanciti dal contratto di lavoro. Di riflesso le relazioni sindacali sono compromesse riducendo l’apporto delle OO.SS ad una mera consultazione. Tale condizione è da attribuire all’ amministrazione centrale rea di continuare ha riempire gli spazi detentivi senza curarsi minimamente delle infrastrutture necessarie alla gestione dell’ utenza intesa come organico necessario e mezzi funzionali alla corretta esecuzione del servizio. Tanto come la gestione intramuraria dell’utenza quanto quella extramuraria, intesa come attività di traduzione e piantonamento a vario titolo comprendenti anche le REMS dislocate nel territorio, meritano la dovuta attenzione e il necessario impegno che porti alla risoluzione di tutte quelle criticità ben conosciute dall’ amministrazione. Mentre stiamo redigendo il presente comunicato ci giunge notizia dell’ennesimo atto di aggressione a danno di un agente di Polizia Penitenziaria, che conferma la gravità della situazione ove quel poco personale in servizio risulta “ostaggio “ dell’ utenza. Stanchi di dover continuare a subire l’amministrazione ceca proclamiamo lo stato di agitazione riservandoci di organizzare ogni utile iniziativa a tutela del personale.
Contestualmente si richiede anche con riferimento all’ affossamento delle relazioni sindacali un incontro urgente con i vertici centrali e regionali di codesta Amministrazione.

nota-unitaria-casa-circondariale-di-frosinone-proclamazione-dello-stato-di-agitazione