P.R.A.P. BARI – Definizione Fesi 2017.

Egregio Provveditore,

giungono segnalazioni alla scrivente Segreteria Nazionale in relazione ad un’interpretazione restrittiva che pare venga effettuata da alcune direzioni del Distretto in merito all’attribuzione del FESI al personale che presta servizio presso l’Ufficio Comando. Esse ritengono – contrariamente al parere che codesto Provveditorato ha già espresso con nota del 5 novembre 2014 – che al personale impiegato nel summenzionato Ufficio vada riconosciuto il FESI in fascia A2 invece che in fascia A1. Orbene, seppur il documento in questione individua espressamente in tabella gli Uffici matricola e nessun accenno fa in merito all’Ufficio Comando, è anche vero che la tipicità degli atti svolti presso il settore in questione crea quel fil rouge fra le due attività che ha indotto codesto Prap ad affermare nel recente passato (con riferimento al personale beneficiario della fattispecie A1): “le risorse sono riferite al personale turnista impiegato nelle attività operative di cui all’art. 34 comma 1 DPR 82/99. Pertanto, i presupposti desumibili sono principalmente due ossia lo svolgimento dei compiti istituzionali dettagliatamente indicati nel citato art. 34 (tra cui, quindi, ricomprendere l’Ufficio Comando e la * c.d. Matricola Sussidiaria *) e l’articolazione del servizio in turni; a tale proposito, così come già formalmente specificato da questo Ufficio, presupposto minimo è l’articolazione di almeno 2 turni (mattinale e/o pomeridiano)”. Alla luce dei precedenti argomentativi, si chiede a codesto Superiore Ufficio di voler intervenire presso le dipendenti articolazioni per l’esatta attribuzione del quantum spettante.

180308_prap-bari_fesi-2017