• riunione

PRAP Catanzaro – Il Provveditore incontra le Organizzazioni Sindacali – Esiti dei Lavori

In data 21 Aprile c.a. si è tenuto presso il PRAP di Catanzaro la riunione, vertente sulla problematica del personale di Polizia Penitenziaria della Casa Circondariale di Reggio Calabria “Arghillà”.
Nel corso dell’incontro, il SINAPPE ha rappresentato in modo netto e chiaro che la grave carenza del personale di Polizia Penitenziaria in servizio presso la CC di Arghillà rischia di degenerare, anche in concomitanza con il piano ferie estivo ormai alle porte, il quale con l’attuale situazione non potrà essere garantito.
In particolare questa O.S. ha chiesto al Provveditore, Dott.Acerra, un intervento più incisivo presso l’Amministrazione Centrale, al fine di ottenere quanto meno l’invio di ulteriori unità di Personale di Polizia Penitenziaria. Un intervento che si affianchi alle pressioni che le stesse Organizzazioni Sindacali non stanno risparmiando ai vertici del DAP
Inoltre è stata chiesta la modifica dell’attuale pianta organica, dato che la stessa era stata prevista per un istituto a custodia attenuata, quale doveva essere la CC di Reggio Arghillà, ma poi di fatto mai realizzatasi, rimanendo pertanto Casa Circondariale a tutti gli effetti con le problematiche che questa si porta dietro (detenuti extra-comunitari, tossicodipendenti, con gravi problemi psichiatrici ecc.) .
Altro punto importante della discussione è stata la richiesta di stabilizzazione del personale, non solo per dare continuità ed efficienza all’azione dell’amministrazione, ma soprattutto per dare certezze e serenità a quel personale che è tutt’ora in servizio con forme di distacco temporaneo, creando tensione e malumori nello stesso.
E’ stato evidenziato, inoltre, la mancanza del personale nel ruolo dei Sovrintendenti, cosa ancora più grave se si pensa che sin dall’apertura della struttura questa figura non è stata neanche prevista.
Su tutti i punti di cui sopra, il SINAPPE ha sottolineato che qualora da qui a qualche mese le cose non dovessero mutare, non si escluderanno altre forme di protesta (sit-in davanti alla Prefettura, denuncia agli organi di stampa ecc.) al fine di avere quell’attenzione che l’Amministrazione centrale fino adesso non ha avuto nei confronti di questa struttura che potrebbe essere il fiore all’occhiello della Calabria.
Il Provveditore nel prendere atto delle nostre richieste ha riferito che cercherà di ottenere quanto sopra, con alcune priorità:
– Invio di ulteriore personale in distacco, dato che con gli ultimi provvedimenti di avvicendamento del personale ivi in servizio, c’è stato un decremento di almeno 6-7 unità;
– Stabilizzazione del personale con il trasferimento definitivo;
– Modifica dell’attuale pianta organica.
Terremo alta l’attenzione e vi terremo aggiornati come sempre.

PRAP Catanzaro – Il Provveditore incontra le Organizzazioni Sindacali – Esiti dei Lavori

Share This Post

About Author: Marco Gordiani

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *