• riunione-tavolo

PRAP Catanzaro – Riunione del 21 Aprile 2016 – comunicato

1. Revisione organici regionali a seguito della chiusura della CC di Lamezia Terme –
2. Assetti organizzativi nuclei traduzioni e piantonamenti della Regione Calabria.
In data 21 aprile, su convocazione del provveditorato per la Calabria, le OO.SS si sono riunite per affrontare quanto in oggetto.
Con riferimento alla chiusura della CC di Lamezia Terme, la parte pubblica ha comunicato che l’organico di detto Istituto è stata assegnata alla CC di Catanzaro per le esigenze di servizio createsi a seguito dell’ apertura di un nuovo padiglione detentivo, ad eccezione di n. 1 unità appartenente al ruolo Commissari che è stata assegnata alla CR di Rossano. Tale scelta e’ stata motivata anche dal trasferimento dei detenuti in assegnazione a Lamezia Terme presso la CC di Catanzaro. Questa O.S. in merito a quanto prospettato dal Signor Provveditore, nulla ha obiettato anche in virtù delle oggettive carenze di personale dell’Istituto in questione. Si è colta l’occasione per chiedere chiarimenti circa l’attivazione del Centro clinico che nonostante sia completo di strumentazione sanitaria, ad oggi non risulta funzionante. La parte pubblica a tal proposito ha precisato che la mancata apertura del Centro Clinico, dipende dall’Azienda Sanitaria Regionale della Calabria e che numerosi sono stati gli incontri con i vertici dell’Azienda per accelerare i tempi di apertura. Si è inoltre discusso delle pessime condizioni strutturali dei Reparti detentivi presso i poli ospedalieri di Catanzaro. Anche per tale problematica rilevata, il Signor Provveditore riferiva di essere a conoscenza della drammatica situazione rappresentata dalle OO.SS. e che è imminente la realizzazione di un reparto detentivo all’Interno dell’Ospedale Pugliese, per il quale la progettazione è in fase avanzata, come già realizzato per il Reparto detentivo dell’Ospedale di Reggio Calabria.

Il Si.N.A.P.Pe ha poi posto l’attenzione sulla grave carenza di personale
presso la CC di Crotone, dove in segno di protesta il personale si è
astenuto dalla consumazione del pasto presso la mensa. Questa O.S. ha
chiesto un intervento e un’attenzione particolare per quanto
rappresentato. Il Provveditore, già a conoscenza della problematica
rilevata, da un’attenta analisi dell’organico crotonese non reputa
allarmante tale situazione, analoga alla maggior parte degli Istituti della
Regione, demandando alla Direzione una più oculata gestione del
personale. Preso atto della risposta fornita, questa O.S. procederà ad
una puntuale verifica della gestione del personale.
Successivamente alla trattazione del primo punto, è stato trattato il
secondo punto all’o.d.g. , relativo alle piante organiche dei Nuclei
Traduzioni e piantonamenti della Regione. In merito, la parte pubblica
ha evidenziato una riduzione delle traduzioni nel secondo semestre
dell’anno, grazie alla buona gestione dell’UST del PRAP, sottolineando
lo sforzo e e la conseguente tendenza positiva a ridurre il numero di
traduzioni. Per quanto concerne l’assetto delle piante organiche dei
nuclei, lo stesso Provveditore ha comunicato l’invariablità a causa della
carenza di personale, poiché un’implementazione comporterebbe un
aggravio per il personale in servizio nel quadro permanente. Sulla
situazione di Reggio Calabria, dove attualmente insistono due istituti
Penitenziari, il Nucleo traduzioni di Reggio Calabria “Panzera”
sopperisce alle movimentazioni dei detenuti dei due istituti, è stata
pertanto proposta l’Istituzione di un Nucleo cittadino. Questa O.S. ha
colto favorevolmente tale proposta, evidenziando la necessità di un
incremento del personale e per non dover ricorrere quotidianamente
ad attingere dal personale del quadro permanente e per alleggerire il
carico di lavoro. A tale richiesta il Provveditore demandava ad una
eventuale contrattazione con la Direzione locale, ribadendo la
sofferenza di tutti i nuclei della Regione sino a quando non vi sarà una
revisione dell’attuale pianta organica.
sicurezza.
Cordiali saluti

comunicato riunione prap cz 21 aprile

Share This Post

About Author: Marco Gordiani

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *