• Borgo san Nicola Lecce carcere

PRAP Napoli – Illegittimo reintegro di 2 unità di Polizia Penitenziaria presso il N.O.T.P. di Santa Maria Capua Vetere – Violazione accordi sindacali e mancata comunicazione alle OO.SS.

Egregio Provveditore,
le scriventi Segreterie Regionali sono state rese edotte di recentissimi provvedimenti di mobilità del
personale di Polizia Penitenziaria che hanno coinvolto il N.O.T.P. di Santa Maria Capua Vetere, con
cui sono state reintegrate due unità già estromesse a seguito della rotazione avvenuta circa due
anni orsono.
Orbene, seppure l’adozione di tali provvedimenti possa essere giustificata da potenziali
discernimenti di opportunità o di urgenza, non si può certamente riconoscere e avallareuna siffatta e sperequativa procedura di mobilità del personale di Polizia
Penitenziaria che insidia e compromette le legittime aspirazioni professionali dei
dipendenti!
In particolare ciò che alimenta le nostre perplessità è che la procedura di mobilità in
questione è stata attuata senza attingere le suddette unità dall’ultima graduatoria di Interpello
risalente al 2013, anche se ormai obsoleta, né tantomeno bandire un ulteriore interpello
straordinario volto ad individuare, nel solco della trasparenza e delle pari opportunità, il personale
avente diritto, secondo quanto convenuto nell’accordo regionale relativo alla Mobilità
Personale P. P. da e per i Nuclei Operativi TT. PP., sottoscritto con le OO. SS. il 29
luglio 2010.
A ciò si aggiunga che tali provvedimenti non sono stati affatto partecipati alle
OO.SS. né in via preventiva, né con informazione successiva, in spregio delle più
elementari regole pattizie afferenti le relazioni sindacali ed alimentando, con ciò,
forti dubbi sulla legittimità e la correttezza di tali movimentazioni di personale.
Tra l’altro, senza pretesa di sfociare in sterili polemiche, si rende opportuno evidenziare alla
S.V., al fine di rendere più esaustivo il quadro della situazione, che tra le unità reintegrate vi
sarebbe un dirigente di una compagine sindacale.
Pertanto, in considerazione anche della necessità, ormai non più procrastinabile, di doversi,
in tempi prossimi, procedere ad un confronto con le OO.SS. per discutere sulle urgenti tematiche
inerenti il personale di Polizia Penitenziaria impiegato ai Nuclei di codesto Provveditorato
Regionale (dotazioni organiche, struttura organizzativa, ecc.) voglia la S. V. prevedere
l’emanazione di opportuno interpello regionale straordinario per il Nucleo di Santa
Maria Capua Vetere finalizzato ad acquisire la pronta disponibilità del personale di Polizia
Penitenziaria secondo il principio delle pari opportunità, sospendendo nel contempo i
provvedimenti di mobilità recentemente attuati in violazione degli accordi stipulati
con le OO.SS..
Nell’attesa di un partecipe riscontro, e con riserva di intraprendere ulteriori azioni sindacali
a salvaguardia dei diritti dei dipendenti derivanti dal rispetto degli accordi stipulati, si porgono
cordiali saluti.
In attesa di un urgente riscontro si porgono Distinti Saluti.

PRAP Napoli – Illegittimo reintegro di 2 unità di Polizia Penitenziaria presso il N.O.T.P

 

Share This Post

About Author: Marco Gordiani

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *