• riunione-tavolo

Progetto piano di mobilità a domanda del personale appartenente al ruolo maschile e femminile degli Agenti/Assistenti del Corpo di Polizia Penitenziaria – DIFFIDA ad adempiere!

Illustre presidente
Con nota 285/S.G. dello scorso 24 giugno questa Organizzazione Sindacale chiedeva l’immediata convocazione del tavolo di confronto teso alla stesura di un piano di mobilità a domanda del personale appartenente al ruolo degli Agenti/Assistenti di Polizia Penitenziaria in vista dell’assegnazione del 169° corso di formazione.
Nessuna risposta si è potuta apprezzare in merito, salvo ricevere in data odierna la nota 0037 con cui si partecipa a titolo di informativa la nota 5.1/Compl.2015 del primo luglio della Direzione Generale del Personale al fine di acquisire osservazioni e/o contributi entro un termine per altro inadeguato (3 giorni dal ricevimento che diventa pari ad 1 giorno lavorativo se si considera il fine settimana).
Considerato che la materia in oggetto rientra fra quelle oggetto di informazione ed esame ai
sensi degli articoli 25 e 26 del DPR 164/2002;
Considerato che non può ritenersi soddisfatto il confronto sindacale con la mera trasmissione
dell’atto in questione o con la produzione delle osservazioni richieste;
Considerato che lo schema di ripartizione contiene madornali errori, anche in merito alle
indicazioni degli istituti, tanto da non riportare grandi penitenziari per di più interessati
dall’attivazione di nuovi padiglioni;
Considerato che, come già esplicato in pregressa corrispondenza, le piante organiche
regionali risultano inadeguate e lacunose tanto da aver indotto le organizzazioni sindacali a
richiederne la revisione;
Considerati i gravi disordini che si stanno registrando con spaventosa costanza su tutto il
territorio che lasciano presagire una caduta del sistema penitenziario, cui dovrà necessariamente
seguire una revisione delle modalità operative in alcuni Istituti particolarmente sofferenti, e che
porterà dunque ad una riscrittura del esigenze;
Considerato che non può e non deve ricondursi l’incremento organico al risultato di asettiche
equazioni matematiche;
Si diffida l’Amministrazione Penitenziaria alla convocazione del tavolo sindacale in materia e
nel contempo da assumente provvedimenti che sarebbero da considerarsi del tutto unilaterali,
ravvisandosi una evidente condotta antisindacale, anche in considerazione del fatto che dinamiche
sindacali esterne stanno congelando inopportunamente i sistemi di relazione.
Si resta pertanto in attesa di urgente e fattivo riscontro nel merito.
L’occasione è gradita per porgere distinti saluti

184_150703_Capo Dap_informativa sulla mobilità

Share This Post

About Author: Marco Gordiani

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *