• riunione-tavolo

Vertenza Si.N.A.P.Pe del 11 Febbraio 2015 – PRAP Milano – Richiesta CAR -Mancata Mobilità aereoporto Linate e Malpensa

Egr. Sig. Provveditore,
da tempo ormai i rapporti di relazione con la S.V. registrano una costante
regressione nel rispetto di quelli che sono gli accordi sottoscritti e le norme
contrattuali a livello regionale.

Le lettere trasmesse da questa O.S. infatti sono spesso riscontrate con diversi
mesi di ritardo ed in maniera approssimata, senza poi entrare nel merito delle
questioni poste all’Amministrazione.

A titolo esemplificativo, sono mesi ormai che il Si.N.A.P.Pe contesta la
violazione di criteri concordati relativi alla mobilità regionale del personale,
ottenendo quale unico risultato una nota tanto generica quanto inconcludente,
al punto che la nostra replica ( nota n.120/SEG.REG. del 22/01/2015), a oggi,
non ha ricevuto riscontro alcuno.

Constatare tale stato di fatto, risulta davvero increscioso e mortificante poiché
chi contravviene agli accordi è lo stesso Dirigente che dovrebbe esercitare
l’attività di verifica e di controllo, stiamo naturalmente parlando di Lei Signor
Provveditore.

Appare chiaro che l’azione sindacale viene in questa maniera vanificata da
comportamenti che, quand’anche involontari, si delineano come diretti a
impedirne, limitarne e contrastarne l’esercizio dell’attività sindacale stessa.
Giova ricordare alla S.V. che vi sono degli obblighi derivanti dalla sottoscrizione
di un accordo e quindi non possono essere considerati alla stregua di meri
adempimenti formali e burocratici, soprattutto si ribadisce da parte di chi ha
anche il dovere di verifica e di controllo.

Fatta questa premessa, il Si.N.A.P.Pe con riferimento alla nota meglio
specificato in oggetto, ritiene che la S.V. abbia violato i principi stabiliti negli
accordi Regionali del 07 febbraio 2007 e del 22 luglio 2009.

In merito, corre l’obbligo rappresentare a codesta Autorità che questa
Segreteria Sindacale non può non accogliere le doglianze che ci pervengono
numerosissime da parte di nostri aderenti e non, che da anni lamentano
discrepanze e disparità di trattamento legata a tale mobilità.

Alla luce delle legittime lagnanze, giova ricordare alla S.V. che l’Accordo
Decentrato Sindacale siglato in data 22 luglio 2009 riguardante
l’organizzazione del P.R.A.P. di Milano; con particolare riferimento all’articolo
12, prevede espressamente che il personale distaccato presso gli aeroporti di
Linate e Malpensa è sottoposto a principio di rotazione, stabilendo altresì
l’avvicendamento delle unità ivi preposte.

Appare evidente pertanto che il mancato avvicendamento delle unità soggette a
mobilità oltre a costituire una palese violazione degli obblighi contrattuali sta
danneggiando, e non poco, le già scarsissime possibilità che il personale ha in
tema di mobilità, il quale intravede una concreta diminuzione a poter ambire a
migliorare la propria posizione lavorativa espletando servizio presso gli
Aeroporti di Linate e Malpensa.

In ordine a quanto sopra, il Si.N.A.P.Pe lamenta il fatto che la S.V. in qualità di
Dirigente Generale deve assicurare tale diritto al personale, garantendo
trasparenza, equità e pari opportunità, disponendo e mettendo pertanto in atto
le dovute procedure per la mobilità che da tempo creano malessere e
malcontento tra il personale.

Per quanto sopra descritto,

CHIEDE

Che la controversia sia definita mediante l’esame della Commissione Arbitrale
Regionale di garanzia di cui all’art. 3 comma 16 del vigente A.Q.N.

VOGLIA

Per quanto eccepito e per i fatti di cui sopra, esaminare la questione
predisponendo parere vincolante.

Si allega la seguente documentazione:

– Accordo decentrato relativo alla assegnazione del personale di Polizia
Penitenziaria presso le strutture alle dirette dipendenze del PRAP di Milano
ovvero di interesse regionale siglato in data 07/02/2007;

– Accordo Regionale relativo all’organizzazione, al funzionamento del
Provveditorato dell’Amministrazione Penitenziaria di Milano e per la gestione
del personale di Polizia Penitenziaria ivi impiegato, nonché per il personale in
servizio presso le strutture dipendenti direttamente dal Provveditorato siglato
in data 22/09/2009;

Si chiede, pertanto, al Signor Provveditore, nella sua qualità di Presidente della
Commissione Arbitrale, l’attivazione della stessa per la predetta violazione.

Si resta nell’attesa di cortese e sollecito riscontro, con l’occasione si porgono
distinti saluti.

VERTENZA SINAPPE DEL 11 FEBBRAIO 2015 – PRAP MILANO – RICHIESTA CAR -MANCATA MOBILITA’ AEROPORTO LINATE E MALPENSA

Share This Post

About Author: Marco Gordiani