• class

RISARCIMENTO DANNI PER MANCATO TRASFERIMENTO LEGGE 104/92

Errata applicazione della legge 104/92

Il Si.N.A.P.Pe agisce contro il DAP

per risarcimento danni

Cari Colleghi,

è ormai a tutti noto come una legge del 2010, la n. 183, ha modificato i

requisiti necessari per fruire dei benefici previsti dalla legge 104 per coloro che

assistono un disabile, dai permessi giornalieri, al congedo biennale al

TRASFERIMENTO.

L’amministrazione penitenziaria, trincerandosi dietro una serie di cavilli, ha

continuato a rigettare le istanze dei dipendenti, continuando a ritenere necessari i

requisiti di ESCLUSIVITA’ e CONTINUATIVITA’, ormai superati dal legislatore del 2010.

Il TAR si è più volte espresso dando ragione ai ricorrenti e da ultimo il Consiglio di

Stato ha chiarito una volta per tutte: i requisiti di ESCLUSIVITA’ E CONTINUATIVITA’

NON SONO PIU’ NECESSARI PER LA CONCESSIONE DEI BENEFICI DI LEGGE.

Nonostante la nota sentenza del Coniglio di Stato, l’Amministrazione

Penitenziaria ha continuato imperterrita a negare i benefici (in special modo i

trasferimenti) eccependo il difetto del requisito di esclusività.

E sulla stessa scia lo scorso gennaio ha emanato lettera circolare che il Si.N.A.P.Pe ha

impugnato con forza.

Ma parallelamente a queste azioni, è giunto il momento di dire BASTA!

È per questo che il Si.N.A.P.Pe ha deciso, con una azione che non trova

pari nella storia dell’Amministrazione Penitenziaria, di trascinare in tribunale

il DAP per il risarcimento dei danni subiti per la mancata concessione dei

benefici.

Se anche tu sei stato vittima di tale ingiustizia (dal 2010 ad oggi)

rivolgiti con fiducia al Si.N.A.P.Pe e vedrai risarcito il danno che

l’Amministrazione ti ha arrecato con una condotta consapevolmente errata.

Per maggiori informazioni scrivi una mail a sinappe@sinappe.it lasciando il tuo

recapito telefonico e indicando la tua sede di servizio e sarai ricontattato dai nostri esperti.

In alternativa contattaci al numero 0774 – 378108

Comunicato class action legge 104

 

 

Share This Post

About Author: Marco Gordiani