• facebook

VICENDA FACEBOOK IL MINISTRO INCONTRA LE ORGANIZZAZIONI SINDACALI

DISPOSTI 16 PROVVEDIMENTI DI SOSPENSIONE CAUTELARE
Roma, 19 febbraio 2015
È durato pochi minuti l’incontro convocato in via d’urgenza dal Guardasigilli Andrea ORLANDO con le Organizzazioni Sindacali a seguito della bagarre mediatica scaturita da incauti e opinabili commenti apparsi sulla pagina Facebook di uno dei “sindacati satellite” della Polizia Penitenziaria in coda alla notizia del suicidio di un detenuto recluso nel Carcere milanese di Opera.
Presente all’incontro il Capo del Dipartimento, presidente Santi Consolo, firmatario dei 16 provvedimenti di sospensione cautelare che hanno raggiunto altrettanti appartenenti al Corpo.
Il Segretario Generale del Si.N.A.P.Pe, dott. Roberto Santini, personalmente presente all’incontro, così commenta l’accaduto anche con dichiarazioni rese agli organi di stampa presenti:
“quello di cui si sta discutendo è un caso isolato che non può e non deve essere genetico di una facile macchina del fango nei confronti della Polizia Penitenziaria; la professionalità degli appartenenti al Corpo resta indiscussa e, dando voce a tutti i poliziotti che rappresento, mi sento in dovere di prendere le distanze da dichiarazioni che non appartengono al comune sentire degli operatori penitenziari che, al contrario, quotidianamente, nel silenzio degli Istituti di Pena salvano vite umane scongiurando i numerosi tentativi suicidiari”
Lasciando agli organi deputati gli iter procedimentali per l’accertamento delle responsabilità, il Si.N.A.P.Pe esprime la più ampia e sentita solidarietà a tutti i Poliziotti Penitenziari, con un occhio particolarmente attendo al personale della Casa di Reclusione di Milano Opera, inconsapevoli protagonisti della vicenda.

34_150219_comunicato caso facebook

Share This Post

About Author: Marco Gordiani