Applicazione dell’obbligo vaccinale per le forze di polizia – ulteriori misure applicative – art. 17 TU 151/2001

Egregio Direttore Generale,
pur apprezzando i contenuti dell’ulteriore lettera circolare diffusa nella giornata del 27 dicembre che estende le interpretazioni dapprima fornite dal DAP in fatto di procedure applicative del Decreto 172/2021 (obbligo vaccinale) preme segnalare una ulteriore anomalia che pare profilarsi nell’applicazione della norma.
Il caso che si sottopone alla Sua attenzione è quello del personale femminile destinatario di interdizione anticipata dal lavoro ai sensi dell’articolo 17 del T.U. 151/2001.
Già nella circolare del 9 dicembre codesto Ufficio ha chiarito che fra i destinatari delle procedure di invito non andava ricompreso il personale assente ai sensi dell’articolo 16 del T.U. 151/2001; nulla si è invece detto in merito alle posizioni previste dal successivo articolo 17 che – in linea di principio – dovrebbero assimilarsi alle situazioni giuridiche dell’articolo 16.
Si ha notizia, al contrario, che non essendo espressamente prevista in tabella la condizione di cui si discute, alcune Direzioni non ritengano di assimilare il trattamento alle linee dettate per l’astensione obbligatoria.
Ciò posto, al fine di evitare storture in fase applicativa, si prega di intervenire a chiarimento del caso.