ASSEGNAZIONE NEO VICE ISPETTORI – Esiti incontro D.A.P.

foto articolo Sinappe

Si è da poco concluso l’incontro tenutosi in data odierna presso il Dipartimento dell’Amministrazione Penitenziaria in ordine alle assegnazioni delle sedi dei neo vice ispettori che ultimeranno il corso di formazione il prossimo mese di Marzo. In primis si è apprezzata l’apertura dell’Amministrazione Penitenziaria che si è dimostrata predisposta all’ascolto in un momento concertativo di ricerca di soluzioni capaci di conciliare diversi aspetti della questione. Nel proprio intervento, il Si.N.A.P.Pe ha infatti sollecitato il Presidente del tavolo a riflettere sugli intrecci che scaturiscono tra l’assegnazione dei nuovi vice ispettori e la mobilità ordinaria 2017 e 2018 del medesimo ruolo. L’idea di questa Organizzazione Sindacale è quella che venga assicurato il rientro in sede per tutte quelle unità che ne facciano richiesta, che si proceda a mobilità per i neo vice ispettori che ambiscono al raggiungimento di una sede diversa, ma comunque attraverso operazioni razionali che consentano di contemperare tutte le esigenze in campo avendo bene a mente due nodi fondamentali:

  • inadeguatezza delle piante organiche (D.M. Orlando e P.C.D. Santi Consolo) che vanno riviste con ogni urgenza anche nei soli limiti rimandati alla competenza del D.A.P.
  • durata colossale del concorso di cui si discute che ha condotto ad immettere nel ruolo unità con un’anzianità anagrafica tra i 41 e 55 anni, la cui vita privata risulta ormai ben strutturata ragion per cui è impensabile agire con colpi di spugna che cancellino le radici create sul territorio dagli interessati.

Preso atto dell’orientamento pressoché unanime del tavolo, l’Amministrazione che si è dimostrata ragionevole sul punto, si è riservata la convocazione di un ulteriore momento di confronto successivo all’acquisizione dei desiderata espressi dagli aspiranti vice ispettori e di ulteriori dati che potranno essere utili ad una migliore analisi scientifica della questione.