Brescia – Elogiabile operazione della Polizia Penitenziaria. Rinvenuto un telefono cellulare. Plauso del Si.N.A.P.Pe!!

In data odierna, durante una scrupolosa e mirata attività di vigilanza ed osservazione, a seguito di utili indagini avviate, gli Agenti della Polizia Penitenziaria, di stanza nel carcere bresciano, rinvenivano un telefono cellulare ad un detenuto ivi ristretto, occultato all’interno di effetti personali sulla propria persona.
A darne notizia è Antonio FELLONE Segretario Nazionale del Sindacato Nazionale Autonomo di Polizia Penitenziaria (Si.N.A.P.Pe) –
Un’operazione apprezzabile – continua FELLONE – che riusciva a scongiurare l’utilizzo illecito di questi strumenti non consentiti alla popolazione detenuta, atti alla comunicazione esterna in maniera fraudolenta.
Ancora una volta, le donne e gli uomini della Polizia Penitenziaria del Nerio Fischione sono chiamati ad assolvere il loro mandato istituzionale con dovizia, professionalità e senso del dovere. Costantemente garantiscono la sicurezza, la disciplina e l’ordine all’interno della struttura carceraria, che vanta un clima lavorativo idilliaco grazie all’impegno dell’attuale gestione, come percepito proprio nella giornata di ieri durante una visita sui luoghi di lavoro effettuata, con il Segretario Generale del Si.N.A.P.Pe dott. Roberto Santini, al fine di verificare le condizioni logistiche ed organizzative.
Un forte plauso e compiacimento da parte del Si.N.A.P.Pe – conclude FELLONE – con il vivo auspicio che l’Amministrazione avvii un utile iter di riconoscimento , a beneficio degli addetti ai lavori.