C.C. Ascoli Piceno – Detenuto tiene in scacco la Polizia Penitenziaria per 12 ore!

È giusto di ieri la notizia che UN DETENUTO DI ORIGINI EGIZIANE HA TENUTO PER CIRCA 12 ORE UNA SEZIONE NELLE SUE MANI! Sotto minaccia – con l’uso di una lametta – ha persino impedito all’infermiera di fare il giro della terapia; gli altri detenuti, per paura di essere coinvolti, non hanno osato scendere ai passeggi.
I colleghi, come sempre, hanno intrapreso una lunga opera di persuasione nei confronti del detenuto, per cercare di farlo tornare in sé dai suoi intenti rivoltosi.
I pochi colleghi di servizio in sezione se la sono gestita con tanta pazienza ed opera di persuasione fintanto che, intorno alle 21 il soggetto ha deciso di tornare nella sua stanza. Insomma il detenuto dalla 9 della mattina ha ritenuto di stare fuori dalla sua stanza e i colleghi si sono dovuti dedicare esclusivamente a lui!
Non ci dimentichiamo che nello stesso istituto giusto qualche giorno fa accadevano altri eventi critici; mercoledì è SCOPPIATA UNA RISSA tra detenuti mentre sabato un DETENUTO SI È IMPICCATO. Insomma una serie di fatti che hanno fortemente destabilizzato il personale in servizio!
Il SiNAPPe invoca i vertici di questa Amministrazione ad agire con urgenza per tutelare il personale degli istituti da tutta questa serie di atti intimidatori e violenti messi in atto dalla popolazione detenuta che, sempre più forte per una ritrovata impunità, non disdegna di farla da padrone!
LA SEGRETERIA GENERALE SiNAPPe