C.C. Bologna: Gravi disfunzioni – Manifestazioni di protesta – Esito incontro del 19/01/2021

milano bollate

Egregio provveditore,
in seguito alla convocazione odierna, queste OO.SS. vogliono esprimere le proprie considerazioni in merito. Apprezzando da subito la convocazione da parte dell’Autorità Dirigente per poter discutere sulle problematiche oggetto di disagio da parte del personale, queste sigle sindacali credevano che l’apertura al dialogo fosse preludio di un incontro costruttivo, atto a riportare la serenità necessaria al personale in divisa.

Purtroppo le aspettative sono state, seppur parzialmente, deluse. Quello che è parso evidente è stato il tentativo di voler schivare le vere problematiche dell’Istituto estense, giustificandole solamente con riferimenti normativi, spesso utilizzati per trasferire responsabilità ad altri e, a volte, fuori contesto.

Ad esempio, alla richiesta di integrare con le altre normative il “Piano di emergenza e di difesa”, comunicato alle OO.SS. con O.d.S. n.417 del 02/12/2020, ed adeguarlo alla circolare GDAP 3689/6139 del 23/07/2020, la Parte Pubblica rispondeva che, valutando la materia non sindacale – a parere delle sigle scriventi erroneamente in quanto riguardante prettamente la tutela del personale in divisa – non ci sarebbe stato bisogno di ulteriori disposizioni. L’incapacità al dialogo è apparsa evidente anche notando la chiusura ad ogni quesito senza valutare le osservazioni e le problematiche esposte delle OO.SS., quantomeno meritevoli di chiarimenti.

Deve essere altresì affermato, tuttavia, che la direzione si è riservata di produrre eventuali chiarimenti nel prossimo futuro; pertanto le sigle scriventi, auspicando che Ella vorrà recepire la registrazione di suddetto incontro, viste le parziali aperture della direzione ed in attesa di provvedimenti concreti atti a prevenire nuove ed ulteriori aggressioni al personale in divisa, valuta di procedere a sospendere momentaneamente l’astensione dalla mensa ordinaria di servizio, praticata su base volontaria, principalmente per non nuocere al benessere del personale, già colpito ripetutamente dal susseguirsi di situazioni critiche, pur mantenendo uno stato di agitazione e riservandosi di proclamare ulteriori forme di protesta.
Distinti saluti.