C.C. Bologna – Ulteriori eventi critici

Egregio Direttore,
questa O.S. apprende dell’encomiabile gesto di alcuni colleghi che hanno evitato che un detenuto riuscisse a porre in essere il gesto più estremo quale quello di togliersi la vita.
Apprezziamo il senso morale che i poliziotti hanno dimostrato, salvando il ristretto, soprattutto alla luce della gogna mediatica che l’intero Corpo di Polizia Penitenziaria sta subendo negli ultimi giorni con conseguente senso di smarrimento e frustrazione. Lo zelo e lo scrupolo che hanno dimostrato sono il segno tangibile della professionalità, troppo spesso messa in dubbio, e dimostrata anche nello spegnimento di un incendio appiccato da un altro detenuto. Un collega, intervenuto a spegnere le fiamme, ci risulta sia rimasto intossicato e inviato in ospedale per le cure da intossicazione da fumo.
Ci sono arrivate notizie anche di liti violente tra detenuti, a seguito delle quali un detenuto coinvolto sarebbe stato accompagnato per ben due volte nel nosocomio cittadino per controlli ed attualmente allocato nel reparto infermeria dell’istituto bolognese.
Questi episodi ci fanno comprendere come il personale, tutto, lavori in costante emergenza ma riesca, sempre, a dare prova di grande valore e risoluzione alle continue ed incessanti problematiche.